ALIMENTAZIONE EFSA stabilisce valori dietetici per carboidrati, fibre, grassi e acqua

Carboidrati, fibre alimentari, grassi, acqua: quanti bisogna assumerne per una dieta salutare ed equilibrata? Gli esperti scientifici dell’EFSA (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) su prodotti dietetici, alimentazione e allergie ha definito i valori dietetici di riferimento (DRV) per l’assunzione di carboidrati, fibre alimentari, grassi e acqua. I valori dietetici di riferimento, informa l’Autorità, indicano la quantità di un singolo nutriente che è necessario assumere per avere buona salute a seconda di età e sesso. "La Commissione europea – informa l’Autorità sul suo sito internet – ha chiesto all’EFSA di aggiornare i precedenti pareri europei in questo settore, tenendo conto delle nuove evidenze scientifiche e delle recenti raccomandazioni emanate a livello nazionale e internazionale. L’EFSA presenta i suoi primi pareri sui valori dietetici di riferimento (DRV) per i carboidrati, le fibre alimentari, i grassi e l’acqua. Tali pareri saranno seguiti da quelli sui DRV per vitamine e minerali".

Quali dunque le conclusioni? Intanto, "l’assunzione di carboidrati totali, compresi i carboidrati derivati da alimenti amidacei come patate e pasta, e dai carboidrati semplici come gli zuccheri, dovrebbe oscillare tra il 45 e il 60% dell’assunzione totale di energia sia per gli adulti che per i bambini".

Più complesso il discorso per gli zuccheri: ci sono buoni motivi per ritenere che un consumo frequente di cibi con molto zucchero aumenti il rischio di carie dentaria e c’è un legame fra bevande zuccherate e aumento di peso. "Il gruppo di esperti scientifici ha tuttavia riscontrato che non vi erano prove sufficienti per definire un limite massimo per gli zuccheri. Questo perché gli eventuali effetti sulla salute sono principalmente collegati alle modalità di consumo degli alimenti, ovvero ai tipi di alimenti consumati e alla frequenza di questo consumo piuttosto che all’apporto totale di zuccheri in sé", precisa l’EFSA.

Per quanto riguarda le fibre alimentari, l’assunzione di 25 grammi al giorno per l’EFSA è sufficiente per una normale funzione intestinale negli adulti. Inoltre è provato che negli adulti si riscontrano benefici per la salute associati a maggiori assunzioni di fibre alimentari (ad es. riduzione del rischio di cardiopatie, diabete di tipo 2 e mantenimento del peso). Le assunzioni di grassi dovrebbero variare tra il 20% e il 35% dell’assunzione totale di energia, con valori diversi per lattanti e bambini. Ci sono buoni motivi per ritenere che maggiori assunzioni di grassi saturi e grassi trans aumentino il livello di colesterolo nel sangue, mentre l’assunzione di 250 mg al giorno di acidi grassi omega-3 a catena lunga negli adulti può ridurre il rischio di cardiopatie. Due parole sull’acqua: è adeguato bere 2 litri al giorno per le donne, 2,5 litri per gli uomini.

Comments are closed.