ALIMENTAZIONE Etichettatura origine, Commissione Camera approva risoluzione

La Commissione agricoltura della Camera ha approvato una risoluzione comune contraria all’abrogazione della Legge n.204 del 3 agosto 2004 sull’etichettatura di origine obbligatoria degli alimenti. La norma contenuta nel disegno di legge comunitaria 2007 presentato dall’esecutivo si propone di abrogare l’indicazione obbligatoria nell’etichettatura dell’origine dei prodotti alimentari. La risoluzione prevede anche il divieto di colorare le cosiddette ”bibite di fantasia.

Soddisfatti gli agricoltori. Coldiretti ricorda l’appello a sostegno della etichettatura di orgine da Slow Food e dalla confederazione stessa ai Parlamentari italiani con l’avvio di una campagna di raccolta firme che le due organizzazioni condurranno all’interno dei loro corpi associativi e non solo e che mira all’ambizioso obiettivo dei 3 milioni di firme. "Auspicio -afferma invece la Cia- è ora quello che il provvedimento in materia venga ripristinato immediatamente, così come richiesto più volte dal mondo agricolo. In questo modo si permette di riconoscere la provenienza dell’origine dei prodotti e si salvaguardia l’agricoltura di qualità. Cosa che, del resto, già avviene in Europa per alcuni importanti prodotti, quali la carne bovina, le uova, gli ortofrutticoli freschi, il miele".

Comments are closed.