ALIMENTAZIONE Expo 2015 lancia progetto per raccontare storie di vita e di cibo

Expo 2015 scalda i motori e lancia insieme alla Triennale di Milano il progetto ‘Tell the food, tell the life’ (Racconta il cibo, racconta la vita) per narrare l’alimentazione nei suoi più svariati aspetti attraverso lo strumento letterario e teatrale.

E’ questo l’obiettivo del progetto, presentato oggi da Expo 2015 spa e Triennale di Milano, che si articola in quattro macrotemi (civiltà del cibo, cibo e scienza, cibo e sostenibilità e cibo e identità), con il coinvolgimento di un gruppo di giovani autori, grandi firme della letteratura contemporanea e autori comici impegnati nella narrazione di storie che hanno al centro il tema del cibo.

Nella prima fase del progetto, il tema del racconto sarà proprio Milano, per rendere omaggio alla città che ospiterà Expo 2015, per poi ampliare l’orizzonte fino a comprendere tutta l’Italia, con il coinvolgimento attivo di illustri rappresentanti della cultura italiani e internazionali, che racconteranno il mondo attraverso la chiave narrativa del cibo e dell’alimentazione.

Il progetto ‘Tell the food, tell the life’ – che ha già raccolto l’adesione di scrittori del calibro di Nanni Balestrini, Luca Doninelli, Antonio Scurati – nasce con l’ambizione di diventare un laboratorio permanente di narratori che partendo da Milano riesca progressivamente ad allargare il proprio angolo di osservazione a tutti i Paesi che parteciperanno all’Expo, coinvolgendo letterati in ogni angolo del pianeta.

"Vogliamo far diventare Milano il luogo della narrazione delle storie degli uomini del mondo – ha spiegato Davide Rampello, presidente della Triennale di Milano sintetizzando l’obiettivo del progetto – per raccontare storie di uomini e di vita narrate attraverso il cibo come nutrizione non solo fisica, ma anche intellettuale".

Anche Lucio Stanca, amministratore delegato di Expo 2015 ha espresso grande soddisfazione per il progetto appena presentato nell’obiettivo di aprire un dialogo col mondo della cultura e della letteratura. "Abbiamo proposto a un numero corposo di scrittori di raccontare storie che ruotino intorno al tema principale di Expo: l’alimentazione, intesa non solo nel senso proprio della nutrizione, ma anche come nutrimento dei valori culturali e dell’intelletto”, ha spiegato Stanca.

Il prossimo autunno, il primo frutto di ‘Tell the food, tell the life’ prenderà la forma di un volume con i racconti dei primi narratori italiani coinvolti, mentre nel 2011 il teatro dell’Arte ospiterà il primo Festival che metterà in scena i testi prodotti. La kermesse letteraria si ripeterà come un appuntamento fisso ogni anno fino al 2015, dando vita anche a produzioni culturali collaterali, come radiodrammi, documentari video e piattaforme web per il dialogo a distanza tra gli scrittori.

"L’Expo vuole essere un evento essenzialmente culturale – ha concluso l’ad di Expo 2015 spa – perché a Milano non vogliamo costruire una fiera di oggetti ma creare un momento per una discussione universale sulle questioni legate al cibo, alla nutrizione e all’ambiente".

di Flora Cappelluti

 

 

 

Comments are closed.