ALIMENTAZIONE Fao, al via vertice su acqua. Diouf: gestione risorse idriche è decisiva per Africa

La gestione delle risorse idriche è decisiva per la sicurezza alimentare dell’Africa. E "la promozione della produzione agricola dei paesi poveri è la sola soluzione possibile e duratura per combattere la fame. Dobbiamo dunque investire maggiormente in agricoltura". È quanto ha detto il Direttore Generale della Fao Jacques Diouf, intervenendo alla conferenza internazionale ad alto livello "Acqua per l’agricoltura ed energia in Africa: le sfide del cambiamento climatico", che si è aperta oggi a Sirte in Libia. "Dobbiamo avere – ha detto Diouf – l’intelligenza e la creatività di concepire politiche di sviluppo agricolo, regole e meccanismi che ci diano un regime di commercio internazionale che non sia solo libero ma anche equo".

La Conferenza durerà tre giorni e vedrà la presenza dei ministri di 53 paesi africani che discuteranno il programma per la "Rivoluzione Blu" che valorizzi le risorse idriche, finora inutilizzate, dell’Africa. Il programma esamina gli investimenti necessari in ogni paese per irrigazione e costruzione di centrali idroelettriche ed è pari a 65 miliardi di dollari per venti anni. "È la prima volta – afferma la Fao – che sono stati preparati documenti di sintesi a livello nazionale sugli investimenti per singolo paese, basati su valutazioni di breve, medio e lungo periodo che prendono in esame gli investimenti necessari, dal controllo dell’acqua a livello di villaggio, a sistemi di irrigazione di vasta portata che utilizzino i bacini dei fiumi più importanti, sia per l’agricoltura che per la generazione di energia elettrica". Fra le aree più colpite dagli effetti del cambiamento climatico ci sarà l’Africa sub-sahariana che dovrà triplicare la produzione alimentare.

Il vertice dovrebbe lavorare nell’immediato all’istituzione di "Fondo di risposta rapida" per riavviare la produzione agricola locale in caso di crisi. A conclusione del vertice dovrebbe essere adottata una Dichiarazione congiunta per promuovere lo sviluppo delle risorse idriche a livello nazionale, regionale e continentale e riuscire a sfruttare le potenzialità del settore agricolo ed energetico del continente per assicurare la sicurezza alimentare.

Comments are closed.