ALIMENTAZIONE Fao: la crisi economica minaccia la produzione mondiale di patate

La crisi economica minaccia di ridurre i flussi di investimenti e di aiuti allo sviluppo nei paesi poveri, compreso il sostegno all’agricoltura. E il risultato potrebbe essere una battuta d’arresto per la produzione mondiale di patate, con un freno al boom della coltivazione nei paesi in via di sviluppo, proprio in un momento in cui le patate sono diventate un alimento fondamentale per la sicurezza alimentare. È quanto avverte la Fao, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura.

La coltivazione di patate rappresenta per molti paesi in via di sviluppo una produzione commerciale particolarmente lucrativa: il principale produttore mondiale è la Cina, mentre Bangladesh, India ed Iran sono oggi tra i maggiori consumatori al mondo. Secondo il Rapporto Fao "New light on a hidden treasure" le patate sono la principale coltivazione non cerealicola al mondo, con una produzione totale nel 2007 di 325 milioni di tonnellate, di cui più della metà realizzata in paesi in via di sviluppo. Ma, rileva il Rapporto, "si stanno addensando scure nubi sulle previsioni per l’anno venturo". Tutto questo perchè, afferma la Fao, "il rallentamento dell’economia mondiale minaccia di ridurre i flussi di investimenti e di aiuti allo sviluppo nei paesi poveri, compreso il sostegno all’agricoltura che ha aiutato molti paesi a rafforzare la produzione".

Comments are closed.