ALIMENTAZIONE Federconsumatori: “Incentivare la vendita sfusa del latte”

Positiva, secondo Federconsumatori, la decisione presa a Bruxelles di aumentare le quote latte, anche se il ritardo con cui è arrivato l’accordo potrebbe avere ricadute in termini di quantità produttive, dal momento che gli animali, per produrre il latte, devono raggiungere l’età necessaria. "Ora – si legge in una nota dell’associazione dei consumatori – quello che è fondamentale è che si tenga presente che, nella distribuzione di tali quote, è necessario rispettare, in maniera precisa e puntuale, chi è sempre stato in regola. Fare il contrario significherebbe lanciare un segnale di incitamento all’irregolarità, in questo caso del latte e, più in generale, per altre questioni.

Inoltre, a tale proposito, continua Federconsumatori, "a beneficio delle tasche dei consumatori è determinante l’ampliamento della vendita sfusa del latte". Acquistando il latte "alla spina", si legge infatti in una nota dell’associazione dei consumatori, "una famiglia che consuma in media 1 litro di latte al giorno può risparmiare, in media, 219 euro l’anno".

 

Comments are closed.