ALIMENTAZIONE Fippa: da settembre pane con 50% di sale in meno

Un pane salutare, con il 50 per cento in meno di sale, sarà presto disponibile nei 25mila forni artigianali italiani. Lo annuncia la Federazione italiana panificatori, che ha siglato con il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali un protocollo d’intesa nell’ambito del programma ministeriale ‘Guadagnare salute’.

La ricetta della nuova tipologia di pane, in vendita dal prossimo settembre, vede ridursi del 50 per cento il quantitativo di sale mediamente utilizzato ma senza intervenire sul sapore, grazie a particolari tecniche di impasto, lievitazione e cottura – messe a punto dalla Federazione con l’ausilio di una squadra di panificatori toscani – che consentono di ottenere lo stesso il sapore tipico del pane artigianale di alta qualità. Questa nuova tipologia di pane sarà in commercio da settembre allo stesso prezzo di vendita del pane comune.

Ma non si esaurisce qui la svolta salutare. Nei prossimi 3 anni, infatti, la Federazione panificatori si impegna a ridurre gradualmente il contenuto di sale nel pane nella misura del 5 percento l’anno in tre anni.

Comments are closed.