ALIMENTAZIONE Formaggi adulterati, Tribunale Cremona ammette Altroconsumo come parte civile

Il Tribunale di Cremona ha ammesso la costituzione di parte civile di Altroconsumo per il processo sui formaggi adulterati. L’udienza si è aperta il 13 ottobre 2009, è in corso e mira a stabilire le responsabilità di una delle più grandi frodi alimentari recenti, nella quale formaggi ammuffiti e deteriorati venivano riutilizzati nella lavorazione. Commenta Altroconsumo: "Abbiamo deciso di costituirci parte civile per evitare che cali il silenzio su questo grave scandalo ai danni dei consumatori".

L’associazione ricorda la vicenda: "I formaggi coinvolti erano spesso scaduti, coperti di muffa o in avanzato stato di deterioramento e conservati in maniera decisamente non idonea: in alcuni prodotti è stata documentata la presenza di topi morti all’interno degli imballaggi. Nonostante le condizioni, questi prodotti venivano ugualmente riutilizzati come semilavorati per la preparazione di nuovo formaggio da fusione come formaggi filanti o mix di grattugiati". Questo tipo di attività è stata documentata dal 2004 al 2007 e ha portato al rinvio a giudizio di decine di persone, accusate del reato di adulterazione, abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. Tra gli indagati ci sono imprenditori privati e funzionari pubblici della Asl locale che ha agito in connivenza con i truffatori.

Comments are closed.