ALIMENTAZIONE “Frutta nelle scuole” torna l’anno prossimo con finanziamento di 31 mln di euro

Tornerà il prossimo anno scolastico il programma "Frutta nelle scuole", cofinanziato dall’Unione europea e dall’Italia con circa 31 milioni di euro – poco più di 18 milioni di euro vengono dall’aiuto comunitario, cui si aggiungono circa 13 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero dell’Economia.

È quanto annunciato dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, che spiega come il programma "Frutta nelle scuole" si svilupperà anche nell’anno scolastico 2011-2012. Parteciperanno oltre un milioni di alunni delle scuole primarie. Il progetto permetterà ai bambini di "gustare la migliore frutta di stagione, a qualità certificata (DOP, IGP e biologica) in diverse specie e varietà. È prevista anche la somministrazione di spremute di frutta e centrifugati di frutta e verdura freschi che saranno preparati al momento, per un consumo diretto". E saranno valorizzate le produzioni ortofrutticole locali. "Gli obiettivi del programma – spiega il Ministero – sono quelli di incentivare il consumo di frutta tra i bambini compresi tra i sei e gli undici anni di età, sviluppare una capacità di scelta di consumo alimentare consapevole, promuovere una maggiore conoscenza delle produzioni ortofrutticole nazionali e sensibilizzare gli insegnanti e i genitori sull’importanza di una sana alimentazione fin dalla più tenera età".

Apprezzamento arriva da Confagricoltura: "L’obiettivo di incentivare i consumi è fondamentale perché i giovani vanno educati a consumare la frutta e le verdure fresche, a considerarle anche una gustosa, nutriente e salutare merenda scolastica. E’ un’iniziativa diretta anche a contrastare il problema dell’obesità infantile con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che stima che un 1 ragazzo su 5 in Europa sia in sovrappeso".

Comments are closed.