ALIMENTAZIONE Genova, al via “Slow Fish”

Produzione sostenibile e consumo responsabile relativamente al mare e ai sistemi acquatici. È dedicato a questi temi "Slow Fish", il salone internazionale a cadenza biennale che torna a Genova per la sua quarta edizione, da oggi al 20 aprile. Nata da una costola di Slow Food, la manifestazione, organizzata in collaborazione con la Regione Liguria, ripropone il motto "buono, pulito e giusto" in chiave ittica per educare al gusto e alle buone pratiche nel rispetto del mare.

Nel suggestivo padiglione progettato dall’architetto Jean Nouvel all’interno della Fiera di Genova, per quattro giorni pescatori, produttori, esperti e chef offriranno il meglio della cultura del settore, attraverso convegni, incontri, lavoratori, degustazioni e un vero mercato in cui avranno pure spazio 25 Presidi Slow Food. A guidare i visitatori alla scoperta di prelibatezze e curiosità saranno per la prima volta quest’anno dei "personal shopper" che su prenotazione dispenseranno consigli per un consumo consapevole di ciò che offre il mercato del pesce. Per educare i bambini alla conoscenza del Mediterraneo sono poi previste numerose occasioni didattiche dedicate a particolari e sapori ignoti spesso anche ai grandi. A completare l’evento saranno infine concerti e proiezioni di film a tema, con un richiamo a Fabrizio De Andrè che ha dipinto di mare alcune sue canzoni e che è morto proprio dieci anni fa.

"Il nostro è un dialogo con l’intera filiera, dal pescatore al consumatore finale – spiega Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia, che snocciola anche i dati di crescita del salone -; è aumentata del 30 per cento la superficie espositiva (da 18mila a 24mila metri quadri) e sono cresciuti da 67 a 75 gli espositori così come le aree marine protette rappresentate, passate da 6 a 19. E tutto ciò nonostante la crisi e i tagli dei finanziamenti".

Per questa edizione gli organizzatori sperano di ripetere il successo di due anni fa, quando i visitatori furono 45mila. La manifestazione sarà anche visibile in diretta sul nuovo sito www.liguriaworld.it.

 

Comments are closed.