ALIMENTAZIONE “Guerra del pane”, Codacons contro panificatori: bene la concorrenza

Per i panificatori il decreto che permette agli agricoltori di fare il pane crea una distorsione nel mercato ai loro danni. La Fippa (Federazione italiana panificatori) ha annunciato che farà ricorso al Tar del Lazio e all’Unione Europea contro il cosiddetto "decreto sull’agricoltore panettiere". Ma nella "guerra del pane" si inserisce anche il Codacons: l’associazione, annuncia una nota, interverrà davanti al Tar del Lazio in difesa del decreto sugli "agricoltori panettieri" e chiederà la bocciatura del ricorso annunciato oggi dalla Fippa. Sul piatto, il Codacons mette il tema dei rincari fra materia prima e prodotti finiti. "L’ostinata difesa della categoria da parte dei panificatori è inaccettabile e rischia di danneggiare i consumatori – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – Con i ricarichi del 1127% che si registrano in Italia tra la materia prima e il prodotto finito, i produttori di pane non hanno motivo di ribellarsi. L’apertura della vendita del pane fresco anche agli agricoltori è invece una novità positiva per i consumatori, perché consente di tagliare la filiera produttiva, aumentare le possibilità di scelta per gli acquirenti e incrementare la concorrenza, con effetti positivi sui prezzi al dettaglio".

Comments are closed.