ALIMENTAZIONE Istituito il Comitato nazionale per la sicurezza alimentare

Ci saranno esperti sui fattori di rischio nella catena alimentare, come additivi alimentari, OGM, prodotti dietetici, pericoli biologici e contaminanti. E si occuperanno di sicurezza alimentare. Il ministro della Salute Livia Turco, d’intesa con il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Paolo De Castro, ha infatti istituito il Comitato nazionale per la sicurezza alimentare e il Comitato strategico di indirizzo. Il Comitato nazionale per la sicurezza alimentare sarà un organo tecnico-consultivo e agirà in stretta collaborazione con l’Autorità europea per la sicurezza alimentare. Svolgerà consulenza per le amministrazioni che si occupano di gestione del rischio nella sicurezza alimentare e formulerà pareri scientifici. Diciotto i componenti dell’organismo, individuati fra esperti e professionisti dei diversi settori che rientrano nella valutazione del rischio nella catena alimentare, come additivi alimentari e aromatizzanti, prodotti o sostanze usate nei mangimi, prodotti fitosanitari, organismi geneticamente modificati, prodotti dietetici e allergie, pericoli biologici, contaminanti nella catena alimentare.

È stato inoltre istituito il Comitato strategico di indirizzo, che si occuperà di adottare il programma di lavoro annuale e pluriennale di attività tecnico-strategica e definirà le priorità di intervento e le linee generali di comunicazione. Il Comitato terrà inoltre conto, per adottare il programma di lavoro e definire le priorità di intervento, di eventuali problemi evidenziati dalla Consulta delle associazioni dei consumatori e dei produttori. Sarà composto, fra gli altri, dal Ministro della Salute (o suo delegato) e dal Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali (o suo delegato), dal Coordinatore degli Assessori regionali alla sanità e dal Coordinatore degli Assessori regionali all’agricoltura, dal presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, dal presidente dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione e da rappresentanti che operano a livello istituzionale nell’ambito della valutazione del rischio e della sicurezza alimentare. I Comitati presenteranno una relazione triennale al Ministero della Salute, al Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Soddisfatto Beppe Riccardi, responsabile del settore sicurezza alimentare del Movimento Consumatori: "Considerato che il Cnsa agirà in stretta collaborazione con l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) . Siamo convinti che saranno sollecitati interventi per la tutela dei consumatori, interventi volti al controllo e alla segnalazione di eventuali irregolarità".

Comments are closed.