ALIMENTAZIONE La FAO lancia un programma di sostegno per gli agricoltori del Libano

La FAO aiuterà gli agricoltori del Sud del Libano a riprendere l’attività agricola con un programma di ripresa dedicato all’orticoltura e all’allevamento. L’Organizzazione Onu per l’alimentazione e l’agricoltura lancerà infatti a settembre un programma da 3,3 milioni di dollari per aiutare i piccoli proprietari a riprendere la loro attività agricola, dopo mesi di interruzione dovuti alla guerra dello scorso anno e agli ordigni inesplosi. In Libano molti agricoltori non sono potuti ritornare a lavoro nei propri campi per la presenza di bombe a grappolo lanciate durante la guerra, ordigni che hanno continuato a provocare vittime anche dopo la fine del conflitto. Secondo una valutazione svolta dalla FAO all’indomani della guerra, i danni del settore agricolo ammontavano a circa 280 milioni di dollari.

Il programma è finanziato con il Fondo UNDP per la ripresa del Libano. Secondo il Centro delle Nazioni Unite per il coordinamento dell’azione contro le mine, nel Sud del Libano sinora è stato bonificato circa il 10% delle bombe a grappolo. Due i settori sui quali si concentrerà il programma della FAO: orticoltura e allevamento. I frutticoltori saranno riforniti di fertilizzanti, semi e piantine mentre gli allevatori saranno aiutati e creare nuovi greggi e saranno adottate misure per aumentare la produttività.

Comments are closed.