ALIMENTAZIONE MDC Piemonte, al via “Dal campo alla tavola. Il mercatino della filiera corta”

Debutta a Torino, domenica 11 aprile, il progetto "Dal Campo alla Tavola. Il Mercatino della filiera corta e i comportamenti virtuosi in Piemonte", realizzato dal Movimento Difesa del Cittadino del Piemonte e finanziato dalla Regione Piemonte con il patrocinio dei Comuni di Torino, Alessandria e Cuneo. Sono dieci i mercatini in calendario fino a dicembre 2010 tra Torino (dove saranno ogni prima domenica del mese, esclusi luglio e agosto), Alessandria e Cuneo, e trenta i produttori che si alterneranno alla vendita diretta per abbattere tutti i passaggi dei prodotti dal campo alla tavola e offrire qualità al giusto prezzo e nel rispetto dell’ambiente. Chi vorrà, inoltre, potrà tesserarsi a una delle associazioni promotrici, ricevendo in cambio una borsa ecologica per la spesa, cucita dalle detenute della casa circondariale di Torino.

"Da chi produce a chi consuma senza intermediazioni è il nostro motto – spiega l’avvocato Simona Lonterni del Movimento Difesa del Cittadino di Torino che coordina il Progetto in partnership con Cittadinanzattiva, MDC Nazionale, Consumedia, Confederazione Italiana Agricoltori, Associazione Italiana Agricoltura Biologica, Confconsumatori e Assoutenti – vogliamo fornire un utile servizio alla comunità, quale quello di consentire a ogni consumatore di usufruire e accedere a informazioni volte alla conoscenza diretta del sistema della filiera corta e di provare con mano l’efficienza e l’efficacia di questo canale di vendita".

Il Progetto prevede anche incontri didattici nelle scuole per una sempre maggiore diffusione delle conoscenze sulla filiera corta tra le giovani generazioni. Per tutta la durata dell’iniziativa esperti del settore incontreranno nelle tre province gli studenti delle superiori.

"I consumatori sono sempre più alla ricerca del cibo sano e di qualità – ha dichiarato il Presidente del Movimento Difesa del Cittadino Antonio Longo – Per questo da anni il Movimento Difesa del Cittadino è impegnato, a livello nazionale e sul territorio, per favorire l’informazione e la diffusione di buone pratiche per il cibo biologico, la valorizzazione dei prodotti di qualità, la prevenzione dei disordini alimentare sempre più diffusi con pesanti conseguenze in termini di obesità infantile".

"A questo scopo – aggiunge Longo – abbiamo creato il Dipartimento Sicurezza Alimentare, che ogni anno realizza il Rapporto Italia a tavola, l’analisi più completa su tutte le violazioni riguardanti la sicurezza alimentari in tutta la filiera produttiva e commerciale. Il progetto finanziato dalla Regione e realizzato da MDC Piemonte, con il contributo di varie realtà associative, vuole essere un messaggio forte ai consumatori per far conoscere i pregi del biologico, il vantaggio di consumare prodotti locali e l’importanza delle specialità con marchio protetto, di cui il territorio piemontese è particolarmente ricco. Ci attendiamo molto dalla collaborazione con gli agricoltori in generale e con quelli impegnati nell’agricoltura biologica in particolare per un consumo sempre più consapevole, informato e di qualità dell’ortofrutta".

Comments are closed.