ALIMENTAZIONE Made in Italy, Ue approva 5 progetti di informazione e promozione

Sono stati approvati dall’Unione Europea programmi per 16 milioni di euro per garantire ai prodotti agroalimentari italiani un’adeguata informazione e un’attenta promozione nei Paesi UE: un risultato importante, che conferma l’attenzione con la quale il nostro Ministero guarda a tutte le opportunità esistenti, anche a livello internazionale, per valorizzare appieno il Made in Italy di qualità e le specificità dei nostri territori. E’ quanto ha affermato il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia, annunciando l’approvazione da parte della Commissione europea di 5 progetti italiani – sui 7 presentati – di promozione ed informazione dei prodotti agroalimentari nel Mercato Interno.

I progetti italiani approvati riguardano il vino, l’ortofrutta, i salumi, alcuni prodotti DOP e l’olio d’oliva. Questi, nel dettaglio, i 5 programmi:

  • Nel settore ortofrutticolo, OI-Organizzazione Interprofessionale, realizzerà una campagna di promozione di freschi e trasformati in Italia, Polonia, Regno Unito e Romania. Il programma, prevede una campagna pubblicitaria, partecipazione a fiere, azioni nei punti vendita e nella ristorazione collettiva ed un progetto didattico nelle scuole.
  • Unione Italiana Vini e Istituto Valorizzazione Salumi Italiani realizzeranno un programma congiunto di promozione del vino e dei salumi di qualità in Italia, Svezia e Finlandia.
  • Un programma "multistato" proposto congiuntamente da Italia, Portogallo e Francia si occuperà della promozione in Gran Bretagna, con azioni dirette sui consumatori e sugli operatori commerciali, di un paniere composto da Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, Vini di Borgogna e vini Douro.
  • Un programma, promosso dall’Unaprol, si occuperà della promozione dell’olio extravergine di oliva di qualità in Francia, Germania e Regno Unito, anche attraverso azioni dirette nei punti vendita e nei ristoranti.
  • Un programma, presentato dal Gruppo Italiano Vini, riguarda la promozione del consumo di vino di qualità in Germania, Regno Unito e Francia, attraverso azioni capillari di comunicazione e informazione sugli operatori del settore (sommeliers) e i canali specializzati di distribuzione (enoteche, wine bar).

 

Comments are closed.