ALIMENTAZIONE Mangiare giocando: così si educano i bambini

Arriva l’era del "Playing&Food", un nuovo modo per educare i bambini a mangiare giocando, che si traduce in prodotti di qualita’ che portano avanti e danno forma a questo nuovo concetto. Il gesto del giocare coincide in questo modo con quello del mangiare, coinvolgendo i bambini in prima persona e rendendoli protagonisti della loro alimentazione. "I prodotti salutari e di qualita’ del supermercato con confezione giocosa – dichiara il Professore e Medico Nutrizionista Pietro A. Migliaccio – rappresentano al momento la soluzione ideale per educare i bambini e per farli affezionare a certi sapori".

Ma perche’ utilizzare proprio dei prodotti che si mangiano giocando, per invogliare i bambini a mangiare anche alimenti che altrimenti rifiuterebbero? Ben il 67% di esperti nutrizionisti e psicologi sostiene che bisogna far coincidere l’alimentazione con il gioco perche’ rappresenta l’approccio piu’ efficace, oltre che cucinare il cibo in modo creativo (27%) o raccontare delle storielle prima di proporre il piatto (18%).

Scegliere prodotti con i quali sia piu’ facile trasformare la nutrizione in un gioco rappresenta un modo giusto di educare i bambini ad una corretta alimentazione. E’ noto, infatti, quanto sia importante, da un punto di vista medico-salutistico, fornire ai bambini regole per una dieta sana: in Italia i dati del Ministero della Salute indicano che all’eta’ di 9 anni in citta’ campione di Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Campania, Puglia e Calabria il 23,9% dei bambini e’ in sovrappeso ed il 13,6% e’ obeso. Inoltre c’e’ un aumento delle intolleranze alimentari che riguarda sempre piu’ bambini (47%), diventano sempre piu’ frequenti traumi legati ad alcuni episodi di costrizione da parte dei genitori che portano dei blocchi psicologici verso certi alimenti (33%).

 

Comments are closed.