ALIMENTAZIONE Napoli, al via “Pastamania 2006”, l’expo mediterraneo della pasta

Parte domani 1° giugno, fino a domenica 4 giugno, "Pastamania 2006", l’expo mediterraneo della pasta che ospiterà, presso la Mostra d’Oltremare di Napoli, i maggiori produttori nazionali di pasta per una grande festa aperta al pubblico. L’iniziativa è stata ieri presentata presso la sala Giunta della Regione Campania da Rosario Lopa della Direzione Generale della Qualità del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (Mipaf) che ha patrocinato e sostenuto il progetto dell’Assessore Regionale all’Agricoltura e Attivita’ Produttive, Andrea Cozzolino e di Luca Ferlaino della NapoliMarketing patron dell’iniziativa.

"Il Mipaf nella persona del Direttore Generale, Laura La Torre, ha sostenuto l’iniziativa – ha dichirato Lopa – del expo internazionale dedicato al prodotto di eccellenza della dieta mediterranea. Con l’inizio della procedura di riconoscimento presso il Dipartimento della qualità del Ministero la Pasta di Gragnano diventa la prima pasta in assoluto ad aver avviata l’istruttoria per l’attribuzione per l’attribuzione del marchio di qualità in sede comunitaria: Con il marchio di indicazione geografica protetta la produzione campana della pasta può ulteriormente rafforzarsi garantendo quel salto di livello ai produttori verso il mercato internazionale, in uno sforzo di sintesi tra vari interventi e strumenti in grado di mettere insieme le realtà produttive della nostra provincia e regione.

Con l’inizio della procedura di riconoscimento presso il Dipartimento della qualità del Mipaf – si legge nella nota del Ministero – la Pasta di Gragnano diventa la prima pasta in assoluto ad aver avviata l’istruttoria per l’attribuzione del marchio di qualità in sede comunitaria . "Tutto questo, con un ruolo attivo intorno a filiere in grado di autoregolamentarsi , come più volte ha ribadito anche dal passato Ministro Alemanno, capaci di fare sistema a di dare dignità al mercato agroalimentare e le necessarie garanzie al consumatore. A favorire la ripresa dei consumi di pasta – ha concluso Lopa- hanno contribuito i recenti studi medici sugli effetti benefici per la salute che hanno rilanciato il valore della dieta mediterrane e hanno dimostrato che la pasta di grano duro è ricca di carboidrati che esercitano un’azione calmante, antidepressiva e di concentrazione. Favorevole anche il contenimento dei prezzi che secondo i dati Ismea AcNielsen si sono ridotti in media dell’1,5%".

Comments are closed.