ALIMENTAZIONE Pesca tonno rosso, stabilite le quote di pesca

La Commissione internazionale per la protezione dei tonni nell’Atlantico (ICCAT) ha oggo deciso la chiave di ripartizione della quota della pesca del tonno rosso tra tutte le parti aderenti all’organizzazione. Alla UE spetterà quest’anno il 55,7% del totale rispetto al 57,1% dello scorso anno. La quota comunitaria verrà ripartita tra gli Stati membri nei prossimi mesi dal Consiglio sulla base di un’apposita proposta di regolamento della Commissione. "Hanno avuto buon esito le iniziative che abbiamo condotto in ambito comunitario – ha commentato il ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, Paolo De Castro – in stretto collegamento con le organizzazioni professionali, allo scopo di assicurare agli operatori italiani la massima tutela possibile in un contesto negoziale particolarmente difficile. Esistevano tutte le condizioni per un taglio più incisivo della quota di pesca del tonno rosso nel Mediterraneo assegnata alla flotta comunitaria".

Per il Ministro "sono indispensabili ed urgenti misure di riduzione dell’attività, con una efficace azione di contrasto della pesca illegale. Ma alcuni punti del piano di recupero varato dall’ICCAT nello scorso mese di novembre non ci convincono. Primo tra tutti le deroghe alla taglia minima, in aperto contrasto con le indicazioni di tutti gli ambienti scientifici". De Castro ha infine dichiarato che, in vista delle prossime scadenze a livello di Consiglio, la situazione del tonno rosso sarà al centro di un incontro già fissato, il 27 febbraio, con il Commissario europeo per la pesca, Joe Borg.

 

Comments are closed.