ALIMENTAZIONE Piemonte, l’orto diventa virtuale

Orto virtuale, verdure reali. È questo il miracolo eco-tecnologico compiuto a Santhià, in provincia di Vercelli, dai fratelli Ferraris. Attraverso il neonato sito www.leverduredelmioorto.it , la famiglia piemontese permette infatti a consumatori e internauti di creare, secondo le stagioni e le esigenze personali, un orto digitale che verrà poi replicato fedelmente sul terreno. Ogni settimana gli intraprendenti contadini consegneranno quindi ai vari committenti quanto coltivato, nel nome di una filiera cortissima e su misura.

"In pratica diamo gli orti in adozione – spiega Giovanni –chi vuole può venire addirittura a fare visita all’azienda e vedere direttamente da dove viene ciò che metterà in tavola". L’agricoltura delle "Verdure del mio orto" è di tipo biologico e viene portata a domicilio con mezzi a ridotto impatto ambientale; per questo il costo degli abbonamenti annuali al servizio non è molto basso ma, comunque in linea con quello di produzioni analoghe, consente l’indubbio vantaggio di un rapporto diretto con la terra. "Sul sito tutti i prezzi sono riportati con la massima trasparenza – rassicura inoltre Giovanni Ferrarsi – e ogni cliente può rendersi conto di quanto va a spendere per ciascun periodo o per ciascun membro della sua famiglia".

Il servizio di orto virtuale, conveniente soprattutto per famiglie e gruppi numerosi, è al momento attivo per Piemonte e Lombardia e sono già quaranta gli appezzamenti adottati. I primi raccolti sono previsti per l’autunno prossimo.

Comments are closed.