ALIMENTAZIONE Richieste di indicazioni nutrizionali e sulla salute, l’Efsa avvia le consultazioni

BRUXELLES. Un documento orientativo destinato ai soggetti che richiedono l’autorizzazione all’uso delle indicazioni sulla salute, cioè di qualunque indicazione usata sulle etichette, in fase di commercializzazione o promozione, in cui si affermi che, consumando un determinato alimento o grazie ad un suo ingrediente, si possano ottenere benefici per la salute, (per esempio, le affermazioni che un prodotto alimentare possa abbassare il livello di colesterolo o migliorare la funzione intestinale). E’ questo il contenuto della della bozza del documento orientativo che l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) pubblica oggi.

Il documento vuole essere un aiuto per quei soggetti che vogliono includere nei propri prodotti affermazioni, ad esempio, sulla diminuzione del rischio di contrarre una malattia, o ancora le dichiarazioni relative a sostanze nutrienti o di altro genere che possano migliorare o comunque modificare il normale funzionamento del nostro organismo, per esempio, l’affermazione che gli acidi grassi omega 3 possano ridurre il rischio di malattie cardiovascolari o che il calcio aiuti a mantenere forti le ossa.

Il gruppo di esperti scientifici prosegue inoltre le sue attività su altre questioni in materia di alimentazione, tra cui i profili nutrizionali, che applicati agli alimenti, serviranno a garantire che il consumatore non venga fuorviato riguardo alla qualità nutrizionale generale dei prodotti alimentari che recano indicazioni. In settembre è previsto un colloquio scientifico sui profili nutrizionali.

Al momento non è sempre del tutto chiara la base scientifica delle indicazioni nutrizionali e sulla salute dei prodotti alimentari L’EFSA punta a garantire che le società che intendano presentare richiesta di autorizzazione all’uso delle indicazioni sulla salute abbiano istruzioni precise riguardo ai documenti da includere nella richiesta, in particolare per quanto concerne le informazioni e le prove scientifiche necessarie a corroborare tali indicazioni.

La bozza di documento orientativo sarà disponibile per la consultazione da oggi fino al 17 giugno 2007. Un incontro con le parti interessate (e cioè l’industria, le organizzazioni dei consumatori e altre ONG) è previsto per l’11 giugno a Parma, per discutere e scambiare pareri con il presidente del gruppo di esperti scientifici, il professor Albert Flynn, i membri del gruppo e gli scienziati dell’EFSA. Anche gli Stati membri dell’UE sono invitati a esprimere commenti sulla bozza di documento orientativo.

La valutazione delle indicazioni sulla salute da parte dell’EFSA è il primo passo del processo di autorizzazione. Alla fine sarà autorizzato solamente l’uso delle indicazioni dotate di fondamento scientifico. L’approvazione definitiva di un’indicazione sulla salute spetta alla Commissione europea di Bruxelles e agli Stati membri, sulla base della valutazione scientifica contenuta nel parere formulato dal gruppo di esperti scientifici dell’EFSA. Questo approccio permetterà ai consumatori di fare affidamento sulle indicazioni sulla salute apposte sulle etichette e di fare scelte consapevoli per una dieta sana ed equilibrata. È la prima volta che viene concordato un approccio armonizzato per l’autorizzazione delle indicazioni sulla salute in tutti gli Stati membri dell’UE.

Il progetto di documento orientativo è disponibile sul sito web dell’EFSA al seguente indirizzo: http://www.efsa.europa.eu/it/science/nda/nda_consultation/health_claim.html

Comments are closed.