ALIMENTAZIONE Salmonella, UNA: “Ingiustificato l’allarme sui polli”

"Non corretti i dati diffusi dall’Autorità Europea per la Sicurezza. La presenza di Salmonella "rilevante per la salute pubblica" in Italia si riscontra nel 2,3% degli allevamenti di pollo da carne e non nel 27%". Lo afferma l’UNA (Unione Nazionale dell’Avicoltura), che in una nota esprime la propria preoccupazione per l’allarme generato dal comunicato stampa lanciato dall’Efsa sui livelli di Salmonella riscontrati negli allevamenti di pollo destinati alla produzione di carne.

Sono stati infatti forniti i dati relativi complessivamente a tutte le Salmonelle (che sono circa 3.000), mentre quelle considerate dalla Commissione Europea come "rilevanti per la salute pubblica" e più frequentemente causa di malattia nell’uomo sono solo due (Salmonella Enteridis e Salmonella Tiphymurium). Con riferimento a questi due ceppi, nel nostro Paese la presenza delle Salmonelle negli allevamenti di pollo "scende" infatti dal 2,3%: ben al di sotto della media europea, pari all’11%.

I programmi di controllo negli allevamenti dovranno quindi riguardare solamente questi due ceppi. L’Italia, come altri Paesi europei, si sta muovendo già da alcuni anni in tal senso, e proprio l’applicazione di misure preventive e di controllo negli allevamenti avicoli ha portato le produzioni nazionali ai primi posti della "classifica" europea. L’UNA ricorda inoltre che le infezioni da salmonella nell’uomo sono nella maggioranza dei casi causate dal consumo di alimenti crudi, e quindi l’usuale cottura del pollo è un’ulteriore garanzia per il consumatore.

Sull’allarme uova, gli avicoltori si chiedono per quale motivo le uova siano state coinvolte nelle accuse lanciate dall’Efsa, riprese poi da diverse testate d’informazione. Infatti lo studio EFSA riguarda 313 allevamenti che producono polli da carne che, per definizione, non depongono uova. Il settore delle uova non è stato in nessun modo coinvolto da questa indagine. Le uova italiane sono sicure e il consumatore può continuare ad assumerle in tutta tranquillità.

 

Comments are closed.