ALIMENTAZIONE “Sostenere le economie locali del cibo”. L’appello di Slow Food al Governo

Il sistema produttivista e consumistico è una delle cause di questa crisi ambientale, energetica ed economica; "non è con la cieca crescita dei consumi o della produzione che si esce dalla crisi, ma con una gestione più attenta, umana e sostenibile delle straordinarie risorse naturali e agricole del nostro Paese".

E’ questo in sintesi l’appello lanciato al Governo dall’Assemblea nazionale delle Condotte di Slow Food Italia. Le Condotte sono i gruppi locali di Slow Food che si sono riunite a Fiumicino, portando 528 delegati provenienti da tutte le Regioni e hanno lanciato questo appello a nome dei circa 40mila iscritti di Slow Food Italia affinché il rilancio dell’economia italiana abbia come fulcro nuove politiche alimentari.

I settori produttivi dell’agricoltura non danno semplici oggetti di consumo, facilmente sostituibili, ma "sono i fondamenti della nostra identità, fatta di luoghi, culture e diversità, e – si legge nell’appello delle Condotte di Slow Food – possono rappresentare l’esempio di una produzione sostenibile, radicata nel territorio e in grado di esprimerne la creatività senza tradirne la storia; costruendo al contempo altre fonti di reddito, come il turismo, che nel nostro paese è soprattutto legato alla cultura enogastronomica locale.

Le Condotte di Slow Food Italia chiedono dunque al Governo italiano "di sostenere, attraverso politiche, legislazione e investimenti a favore dell’agroecologia, le economie locali del cibo e di farne la bandiera di una rinascita culturale e produttiva fondata sulle specificità e sulla pluralità; chiedono che le valenze dell’agricoltura, dell’allevamento e della pesca sostenibili siano appoggiate dal Governo nel loro ruolo di conservazione del territorio e di avanguardia creativa".

"Il cibo buono perché piacevole, pulito perché sostenibile e giusto perché rispetta il lavoro del produttore e le tasche dei cittadini, deve essere al centro delle nuove politiche economiche: è una risorsa di grande rilevanza, anche in termini economici; può creare futuro e benessere insegnando lo stile di un nuovo umanesimo e costruire le condizioni per una vita più gratificante per tutti".

 

 

 

 

Comments are closed.