ALIMENTAZIONE UNC approva linea dura Ue contro pubblicità cibi poco salutari

La linea di rigore scelta dall’Unione Europea in materia di pubblicità di cibi poco salutari è condivisibile. Sono tantissimi i bambini a rischio di obesità e dunque è necessario sviluppare maggiore consapevolezza da parte dei consumatori. È quanto ha dichiarato Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.

"La linea dura decisa dall’Unione Europea in materia di pubblicità di cibi poco salutari per i bambini è una scelta condivisa anche dall’Unione Nazionale Consumatori, che auspica una presa di posizione netta da parte delle istituzioni e l’introduzione di norme più restrittive in materia – afferma Dona – Quanto dichiarato da Markos Kyprianou, commissario europeo per la salute, rappresenta un segnale forte da parte della Ue nei confronti dell’industria alimentare, chiamata a darsi un codice di autoregolamentazione in grado di offrire un’informazione chiara, che sia finalmente in grado di salvaguardare la salute dei più piccoli. Milioni di bambini in Europa sono a rischio obesità ed è opportuno che, così come a suo tempo fatto dall’Assobibe in materia di bibite analcoliche, le industrie diano il proprio fattivo contributo allo sviluppo di una maggiore consapevolezza dei consumatori. In tal senso è opportuno che anche le istituzioni scolastiche facciano la propria parte, insegnando ai giovani studenti a scegliere cibi sani e salutari".

Comments are closed.