ALIMENTAZIONE Veneto, al via progetto per distribuzione automatica di cibi freschi

Promuovere corretti stili di vita imparando a scegliere cibi salutari l’obiettivo del progetto Nutrivending. L’iniziativa, varata ieri dal protocollo d’intesa della Giunta regionale veneta, prevede la diffusione di distributori automatici di alimenti freschi presso scuole ed imprese locali. Parte ora una prima fase sperimentale: Per un anno ha dichiarato l’Assessore alla Tutela del Consumatore, Sicurezza Alimentare e Servizi Veterinari, Elena Donazzani – verrà offerta la possibilità di acquisire prodotti salutari come una macedonia di frutta di stagione, un succo di frutta, uno yogurt, in sostituzione delle solite merendine industriali preconfezionate. A questo verrà affiancata una ricca attività informativa in tema di alimentazione ed attività motoria".

L’intento educativo del protocollo quello di condurre al cambiamento delle errate abitudini alimentari, con l’aiuto di strumenti informativi sulla qualità e sul valore nutrizionale dei prodotti consumati. "Il  progetto ribadisce lAssessore Donazzan si propone di trasformare la distribuzione automatica di alimenti in un mezzo per la promozione di sani stili di vita, offrendo ai cittadini opportunit per riflettere e sperimentare i benefici connessi ad abitudini salutari.

Accanto ai distributori automatici verranno affissi slogan come Salute piacere e due passi di salute ogni giorno, riprodotti anche su bicchieri di plastica, display luminosi ed appositi adesivi sui prodotti salutari. Gli alimenti disponibili nelle macchinette dovranno pervenire da ditte autorizzate ed essere confezionati, etichettati, trasportati e conservati secondo le normative vigenti a livello nazionale e comunitario. E un modo ha aggiunto lAssessore Donazzani per promuovere non solo uno stile di vita pi sano, ma anche un prodotto ortofrutticolo locale, che per quanto riguarda la qualità non secondo a nessuno.

Comments are closed.