ALIMENTAZIONE Vini, quasi 490 certificazioni di qualità. E le cantine resistono alla crisi

Raggiungono quota 490 le certificazioni di qualità nel settore vitivinicolo. Nel 2008 l’Italia contava infatti 477 certificazioni e denominazioni di qualità, cui si aggiungono 8 DOC e 4 IGT interregionali, per un totale di 489 certificazioni regionali. Le DOCG, che rappresentano l’8,6% del totale, sono passate da 36 nel 2007 a 41 nel 2008 grazie al contributo di Veneto, Piemonte e Lazio. Le DOC rimangono 316 e rappresentano il 66,3% del totale delle denominazioni, mentre le IGT sono divenute 120 (25,2% del totale). È quanto rileva il Rapporto nazionale sul settore vitivinicolo 2009 realizzato da Unioncamere e Istituto Tagliacarne.

Allo stesso tempo, il vino italiano resiste alla prova della crisi. Secondo una ricerca di mercato, condotta su un panel di 360 cantine per conto di Vinitaly da Axiter-Confcommercio assieme all’Istituto Unicab, il 36,3% ha registrato nel 2009 un aumento del proprio fatturato, mentre il 30,8% è rimasto stabile. Sono il 30,8% le aziende vitivinicole che hanno visto peggiorare la propria situazione.

Comments are closed.