ALIMENTAZIONE Visita delle associazioni consumatori al Nestlè Research Center di Losanna

Un intenso programma di incontri e una visita curiosa e attenta ai laboratori di ricerca sulla sicurezza e la qualità alimentare è stato l’impegno di due giorni vissuto da una delegazione di esponenti dei consumatori italiani presso il Nestlè Research Center (NRC) di Losanna in Svizzera. L’iniziativa è stata realizzata su invito di Centromarca e in collaborazione con Nestlè Italiana.
Ivo Ferrario, Direttore della comunicazione di Centromarca, e Manuela Kron, Direttore Corporate Affairs Nestlè Italiana, hanno accompagnato Mario Finzi (Assoutenti), Paolo Landi (Adiconsum), Antonio Longo (MDC), Lorenzo Miozzi (Movimento consumatori), Giuseppe Scaramuzza (Cittadinanzattiva) e Sergio Veroli (Consumers’ Forum) nell’incontro con i responsabili del Centro di ricerca, nato nel 1987, nel quale lavorano oltre 700 persone, ed è riconosciuto a livello internazionale come un istituto leader nella ricerca nel campo della nutrizione e della alimentazione

Il Centro fornisce il fondamento scientifico trasversale per le ricerca e lo sviluppo di tutti i prodotti e il business Nestlè. Dei 700 dipendenti oltre 300 sono ricercatori e scienziati, provenienti da 50 nazionalità, e fanno ricerche in medicina, nutrizione umana, fisiologia, bioinformatica, immunologia, chimica. Particolari focus sono rivolti ai problemi del controllo del peso, la crescita e lo sviluppo, la digeribilità, la sazietà, l’invecchiamento, la qualità e la sicurezza.

I rappresentanti dei consumatori hanno visitato i laboratori di ricerca (Qualità e sicurezza, Sensory Science, Scienza alimentare e tecnologia) e hanno avuto scambi approfonditi con i responsabili dei vari settori di ricerca. Ci sono stati anche incontri ad altro livello istituzionale con Robin Tickle, Vicepresidente, Capo di Corporate Media Relations, e con Claus Conzelmann, Vicepresidente, responsabile per tutto il gruppo Nestlè per la sostenibilità ambientale, la salute e la screzza sul lavoro.

Tra i risultati più notevoli attribuibili all’attività di ricerca del NRC, l’eliminazione di 290mila tonnellate di zucchero, 6.800 tonnellate di sale e le 34mila tonnellate di grassi trans eliminate nella produzione Nestlè da gennaio 2004 ad oggi; mentre parallelamente si aggiungevano 1,6 miliardi d porzioni di cereali integrali, in linea con la visione aziendale Good Food, Good Life.
Per saperne di più: http://www.research.nestle.com

Comments are closed.