ALIMENTAZIONE Zaia: “A Natale mangiate dolci made in Italy”

Il dolce di Natale è una delle tradizioni più importanti per le famiglie italiane e il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Luca Zaia, invita i consumatori a scegliere le specialità dolciarie natalizie, custodi della storia delle regioni italiane. "Ogni Regione ha una sua identità ed il suo tipico dolce natalizio – ricorda il Ministro – dagli struffoli campani alle pabassinas sarde; dalle carteddhate pugliesi ai mustazzoli siciliani, dal pandolce ligure allo zelten trentino".

"Ad unire Nord e Sud del Paese restano i simboli della tradizione natalizia per eccellenza: il Panettone e il Pandoro – ha precisato Zaia – Vorrei dunque ricordare a tutti l’importanza di acquistare e mangiare dolci made in Italy, siano essi quelli artigianali, tipici della tradizione regionale, oppure i prodotti dell’industria dolciaria, sicuri e genuini come gli auguri che ci si scambierà la notte del 24 dicembre".

Tradizione vuole che panettone e pandoro siano nati qualche secolo fa rispettivamente a Milano e a Verona, ma oggi sono numerose le industrie del Meridione che producono i due dolci e non c’è famiglia italiana, dal nord al sud della penisola, che non concluda con essi il pranzo o la cena di Natale o Capodanno e, nel caso di pandoro e panettone, ambasciatori del "made in Italy" nel mondo. I due dolci tradizionali sono poi sempre più apprezzati a livello internazionale, dalla Spagna agli Stati Uniti, fino in Corea.

Tutelati dall’AIDI, l’Associazione Industria Dolciaria Italiana, dal 22 luglio del 2005 la qualità di panettone e pandoro è garantita da un decreto, adottato congiuntamente dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e da quello delle Attività Produttive, che stabilisce la definizione e la composizione di questi prodotti da forno tipici della tradizione italiana. In base a questa specifica normativa, soltanto i prodotti che rispettano il disciplinare produttivo stabilito nel decreto potranno utilizzare la denominazione riservata Panettone e Pandoro.

"Anche in questo caso dunque – ha precisato il Ministro Zaia – i consumatori possono verificare, attraverso l’etichetta, la qualità del prodotto che intendono acquistare per portare in tavola ciò che di meglio offre la tradizione".

 

Comments are closed.