AMBIENTE. Siccità, ENEA presenta “Desertart”

Il 17 giugno prossimo sarà la Giornata mondiale della desertificazione. In occasione della ricorrenza si è aperta ieri al Centro Ricerche Casaccia, vicino Roma, la manifestazione"Desertart". Si tratta di una mostra organizzata dall’ENEA con lo scopo di far avvicinare i giovani alle problematiche del surriscaldamento terrestre e del rischio siccità. L’evento, realizzato insieme a insegnanti e studenti, si tiene nell’ambito dell’intesa con il Comitato Nazionale per la Lotta alla Siccità e alla Desertificazione (CNLSD) del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, delle celebrazioni per il decennale dell’United Nations Convention to Combat Desertification (UNCCD) e della costituzione del Comitato Nazionale per la Lotta alla Siccità e alla Desertificazione CNLSD.

La manifestazione, ideata in due giornate di incontro, intende rispondere alla domanda "Come, dove e perché l’uomo fronteggia la desertificazione?". Per rispondere al quesito sarà dato spazio sia agli aspetti scientifici del tema che a quelli umanistico-antropologici. Intervengono al dibattito: Bruno Dettori Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente, Angelo Bonelli capo gruppo dei Verdi Camera dei Deputati, Mireille Fatouna Ambasciatrice del Niger, Martin Nkafu Nkemnkia docente di Cultura, Religione e Pensiero Africani delle Ponteficie Università PUL, PUG, Pietro Laureano esperto italiano delle conoscenze tradizionali per la lotta alla Desertificazione e consulente UNESCO per le zone aride, la civiltà islamica e gli ecosistemi in pericolo, Marcia Teophilo, la poetessa candidata Premio Nobel per la letteratura che "Canta l’Amazzonia".

In occasione di "Desertart" sono stati avviati scambi culturali (anche via e-mail) tra gli studenti italiani e gli studenti e rappresentanti dei Paesi in Via di Sviluppo colpiti dall’emergenza, come Burkina Faso, Mali, Burundi, Niger, Cameroun, Iran. Interessante l’impostazione "umanistica" data ad alcuni incontri, con la testimonianza di poeti ed artisti sul tema desertificazione. L’educazione ambientale prosegue poi con lezioni su argomenti scientifici: i cambiamenti climatici, l’equilibrio degli ecosistemi, l’agricoltura e la zootecnia sostenibile, la fitodepurazione, l’energia fotovoltaica, il ruolo delle foreste. Per ulteriori informazioni clicca qui.

Comments are closed.