AMBIENTE. 16 febbraio, Giornata internazionale del risparmio energetico: gli agricoltori aderiscono

La Cia annuncia la sua partecipazione all’iniziativa "M’illumino di meno" promossa dal programma di Radio 2 "Caterpillar" per il prossimo 16 febbraio. Invitate sedi territoriali della confederazione e aziende aderenti a ridurre l’uso di energia.

Alle ore 18 di venerdì prossimo 16 febbraio niente mungiture, blocco dei lavori nei campi con macchinari elettrici, aziende e cascinali al buio. Anche l’agricoltura spegne la luce e partecipa alla Giornata internazionale del risparmio energetico "M’illumino di meno".L’adesione a questa significativa iniziativa, che coincide con l’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, viene dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori che anche per l’occasione vuole dare il suo contributo per contenere i consumi di energia e ridurre l’impatto ambientale.

"Così per la giornata del 16 febbraio -ha sottolineato il presidente della Cia Giuseppe Politi- abbiamo invitato tutte le nostre sedi nazionali e territoriali (regionali, provinciali, comunali e zonali) e le aziende agricole aderenti a spegnere, alle ore 18, le luci e tutti i dispositivi elettrici non indispensabili, Con questa nostra partecipazione vogliamo riaffermare l’importanza che oggi riveste il risparmio di energia e il ruolo che l’agricoltura ricopre nella lotta allo smog e all’effetto serra, soprattutto attraverso lo sviluppo delle agroenergie".L’iniziativa di venerdì prossimo, giunta al terzo anno consecutivo con crescente successo, è promossa, come è noto, dal programma di Radio 2 "Caterpillar", con il patrocinio dei ministeri dell’Ambiente e delle Politiche agricole, alimentari e forestali. "La nostra adesione -ha aggiunto Politi- vuole sottolineare anche che l’impiego efficiente e razionale dell’energia è fattore di competitività e di sviluppo sostenibile".

Comments are closed.