AMBIENTE. A Roma si pedala con il bike sharing

In giro per la Capitale pedalando, arriva il bike sharing. E’ stata inaugurato dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e dall’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo il nuovo progetto di bike sharing che semplifica il noleggio delle due ruote. Lo riferisce il Comune di Roma in una nota.

19 postazioni nel centro storico della città: a piazza del Popolo, Colosseo, piazza di Spagna, Largo Argentina, piazza del Parlamento sarà possibile ritirare automaticamente la bicicletta grazie a una card acquistabile presso i punti di informazione turistica.

Come funziona? Lasciando una caparra di 30 euro si potrà scegliere se comprare una carta da 5,10 o 20 euro che, una volta esaurita, sarà ricaricabile. Le bici si ritireranno presso le colonnine dove sono assicurate grazie al lettore collegato alle card, e con la card verrà consegnato anche un lucchetto. Per il noleggio della bicicletta, attivo dalle 7 alle 23, la prima mezz’ora di pedalata è gratis; la seconda costerà un euro, la terza due euro e così via, fino a un massimo di quattro ore. E’ anche possibile ritirare una bicicletta in una postazione e lasciarla in un’altra. A disposizione di romani e turisti circa 200 bici.

Il progetto è a costo zero per il Comune di Roma, visto che i primi sei mesi di sperimentazione saranno sostenuti dalla società spagnola Cemusa – Gruppo Formento Costrucciones y Contratas, che si è offerta come sponsor e gestore del servizio, mentre il ricavato andrà a coprire i costi di manutenzione.

I Pit, punti d’informazione turistica in cui si acquistano le bici-card, sono in via Giolitti, via Marco Minghetti, piazza delle Cinque Lune, Castel S. Angelo, via Nazionale, piazza Santa Maria Maggiore e piazza Sydney Sonnino.

Comments are closed.