AMBIENTE. Animali domestici: Asl Pavia attiva pronto soccorso con veterinari privati

L’Asl di Pavia si fa carico dell’assistenza veterinaria di animali d’affezione vaganti e bisognosi di cure, attraverso una convenzione con medici veterinari libero professionisti, per la quale è stata stanziata la somma di 10mila euro per un anno.

"La via per garantire una effettiva tutela agli animali d’affezione, come sancisce la legge quadro nazionale 281/91 in materia di animali d’affezione e prevenzione del randagismo, passa anche attraverso una maggiore ed effettiva collaborazione tra strutture veterinarie pubbliche e private al fine di garantire il diritto alla salute di tutti gli animali: invitiamo tutte le Asl a seguire l’esempio della Asl di Pavia – dichiara Elisa D’Alessio, responsabile nazionale LAV settore randagismo – La LAV ha lanciato una petizione popolare, rivolta a Governo, Parlamento e Regioni, per chiedere una legge d’integrazione della legge 281/91, sempre valida nei principi ma da rafforzare nella sua attuazione pratica, che preveda, tra le numerose proposte, la creazione di una specifica area della veterinaria pubblica presso le Aziende Asl, con responsabilità d’azione specifica ed esclusiva sul benessere animale, reperibilità veterinaria per emergenze e pronto soccorso attraverso i servizi 118. E per garantire il diritto alla salute di milioni di animali, la LAV chiede anche l’istituzione del Servizio Sanitario Mutualistico per animali domestici con il coinvolgimento e la qualificazione di veterinari pubblici e privati".

La petizione della LAV per l’integrazione della legge 281/91 in materia di animali d’affezione e prevenzione del randagismo, è disponibile su www.lav.it oppure può essere richiesta alla LAV (tel. 06.4461325, email: lav@infolav.org ) e può essere firmata dai cittadini entro il prossimo mese di marzo. La petizione è finalizzata a sostenere numerose proposte della LAV in tema di prevenzione del randagismo, repressione degli abbandoni e chiusura di canili-lager.

 

Comments are closed.