AMBIENTE. Assegnati i premi di Vivere il mare 2008

Si è svolta oggi, a Vieste nel Gargano, la giornata conclusiva del 15° Videofestival di Vivere il Mare, la campagna di sensibilizzazione sull’importanza delle nostre risorse marine che il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali promuove fin dalla sua nascita. La giuria, composta da tutti i presidenti delle associazioni del settore della pesca e dell’acquacoltura nazionale e da esperti di comunicazione pubblicitaria, ha assegnato il primo premio per la sezione "Pesca uno Spot" agli studenti dell’Istituto d’Arte "G. Sello" di Udine per lo spot "La Cena", le cui immagini attraversano quattro decenni, passando in pochi secondi da una cena ambientata negli anni ’60 ad una dei giorni nostri, per finire scherzosamente nell’anno 3.000, con un’unica costante: il pesce azzurro. La giuria ha voluto premiare un messaggio fresco e diretto, trasmesso con un accurato lavoro di costumi e scenografia, una eccellente fotografia e ottimi tempi di regia.

Il premio per il miglior backstage della sezione "Pesca uno spot" è andato agli studenti del Primo Liceo Artistico Statale di Torino per il lavoro "La Catena". Lo stesso spot ha anche riscosso il maggior gradimento tra i ragazzi, che hanno voluto assegnare a "La Catena" il Premio Giuria Giovani.

Anche la sezione "Un video per il mare" ha avuto come protagonista la pesca. Il primo premio infatti è stato assegnato agli studenti dell’Istituto "Rino Molari" di Santarcangelo (Rimini), che hanno ripercorso, attraverso le memorie di un pescatore, la storia marinara della loro Regione.

"La nostra società dovrebbe tenere in maggiore considerazione l’opinione dei giovani. Gli spot e i video dedicati alla pesca, finalisti di questa edizione di Vivere il Mare disegnano un chiaro quadro della situazione. Una parte è infatti ispirata alla promozione del pesce azzurro, un grande patrimonio sottovalutato della pesca italiana, e, un’altra parte dei video e degli spot realizzati, è dedicata invece alle problematiche sociali e ambientali del nostro mare. I ragazzi indicano così la strada da percorrere: valorizzare ciò che abbiamo con una grande, indispensabile, attenzione al futuro. Ottimismo e sviluppo, ma anche consapevolezza della necessità di salvaguardare il patrimonio marino naturale". Con queste parole il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha commentato la giornata di oggi.

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.