AMBIENTE. Auto, al via audizione pubblica della Commissione Ue per ridurre Co2

Impegno dell’Ue contro le emissioni di biossido di carbonio. Il prossimo 11 luglio la Commissione europea ha programmato un’audizione pubblica sull’attuazione della politica di riduzione di Co2, proveniente da automobili e furgoni nuovi circolanti nell’Unione. La strategia europea, resa nota nel febbraio 2007, ha l’obiettivo di giungere entro il 2012 ad un’emissione media pari a 120 g/Km. Scopo dell’audizione è quello di raccogliere opinioni di tutti gli interessati al fine di elaborare i vari elementi legislativi che andranno a formare un approccio integrato sul tema.

Attualmente i trasporti su strada sono la causa di un quinto dell’emissioni di Co2 in Ue, e le auto ne costituiscono circa il 12%. Nonostante i progressi della tecnologia, finora non sono stati ottenuti vantaggi ambientali sufficienti: se infatti l’UE a 25 paesi ha ridotto le emissioni complessive di gas serra di quasi il 5% tra il 1990 e il 2004, le emissioni di Co2 del trasporto su strada sono invece aumentate del 26%, benchè le emissioni delle auto nuove siano in media scese del 12,4% tra il 1995 e il 2004.

Oltre all’audizione pubblica di luglio, verrà avviata una consultazione pubblica via Internet, che proseguirà fino al 15 luglio 2007. La riunione si terrà nell’edificio Charlemagne (sala Alcide de Gasperi) dalle ore 9.00 alle 13.00, e sarà presieduta da Catherine Day, Segretaria generale della Commissione. All’incontro prenderanno parte Morgens Peter Carl, direttore generale della DG Ambiente, Heinz Zourek, direttore generale della DG Imprese, rappresentanti del settore automobilistico (costruttori e fornitori), ONG e associazioni di consumatori.

 

Comments are closed.