AMBIENTE. Calabria e Legambiente insieme per la tutela e la promozione delle coste regionali

Parte il 28 maggio l’iniziativa di Legambiente e Regione Calabria "Occhio alle coste". Si tratta di una campagna di informazione per promuovere la tutela e la valorizzazione delle zone costiere e marine calabresi. Fino al 27 giugno ci sarà quindi "Un mese serrato di iniziative – ha dichiarato in conferenza stampa l’assessore regionale all’Ambiente Diego Tommasi – per monitorare l’ingente patrimonio costiero e marino della nostra regione. Con ‘Occhio alle coste. Sarà attivato un vero e proprio osservatorio sulle illegalità a danno del patrimonio calabrese che ci consentirà di riorganizzare il sistema ambiente e di restituire all’educazione e alla formazione un ruolo centrale nella costruzione della coscienza ambientale sia individuale che collettiva.

Molte le iniziative protagoniste di questi trenta giorni dedicati alla tutela della coste: dibattiti e confronti, degustazioni e mostre, di costa in costa. "Da Diamante fino a Corigliano Calabro – ha aggiunto Tommasi – ci saremo per raccogliere denunce di abusi e infrazioni, da segnalare attraverso un’apposita scheda che i cittadini potranno spedire per posta o consegnare all’equipaggio di Goletta, che ci consentiranno di arginare l’inquinamento, anche acustico, di avviare una migliore attività di pulizia urbana e delle spiagge, di incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti, di bonificare i siti inquinati, di tutelare il patrimonio marino, paesaggistico e ambientale anche attraverso il rilancio dei parchi naturali".

Per Sebastiano Venneri, responsabile mare di Legambiente "l’iniziativa segna una decisa inversione di tendenza rispetto agli anni passati in cui gli ambientalisti erano di invisi alle amministrazioni. Faremo una campagna – ha proseguito – per mettere l’accento sui misfatti e sui reati (uno ogni due chilometri) che si consumano lungo le coste calabresi riferendo i risultati alla Regione. ‘Occhio alle coste’ sarà un osservatorio permanente sulla legalità nell’ambiente marino e costiero".

Comments are closed.