AMBIENTE. CdM, via libera a 5 piani contro rischio idrogeologico

Via libera del Consiglio dei Ministri a 5 piani contro il rischio idrogeologico. Gli interventi riguardano il lago Piediluco, i fiumi Po, Adige e Livenza e le zone umide Le Mortine. Lo rende noto il ministero dell’ambiente precisando che il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato oggi cinque Piani Stralcio relativi ad altrettante Autorità di bacino: un integrazione al piano di assetto idrogeologico (Pai) del Po che si riferisce agli affluenti di sinistra in corrispondenza della città di Torino; il piano stralcio per la tutela dal rischio idrogeologico dell Adige; il piano stralcio per la sicurezza idraulica dei bacini del Livenza e del sottobacino Cellina Meduna; il terzo piano stralcio funzionale per la salvaguardia delle acque e delle sponde del lago di Piediluco e la tutela ambientale e la conservazione delle zone Umide e dell Area pilota Le Mortine (Autorità di Bacino del Liri-Garigliano e Volturno).

 

Comments are closed.