AMBIENTE. Chiuso il porto di Pescara, fondali troppo bassi. Federconsumatori: stop a fanghi in mare

Il porto di Pescara è stato chiuso alle grandi navi perché i fondali marini sono troppo bassi. Lo rende noto Federconsumatori Abruzzo che sottolinea: non si può continuare ad agire come si è fatto finora, cioè a sversare i fanghi in mare provocando danni ambientali, ma scegliere finalmente di operare nel pieno rispetto dell’ambiente e della legislazione in vigore. Infatti continuare a gettare i fanghi in mare come si è fatto fino ad oggi significa esporre la salute dei pescatori e dei consumatori abruzzesi a rischi serissimi, visto che gli esperti dell’Università di Chieti hanno documentato la presenza, nelle acque dell’Adriatico al largo di Pescara, di metilmercurio, una sostanza in grado di provocare gravi problemi neurologici. Sulla base di questa ricerca, www.informatu.it ha già pubblicato un’inchiesta dettagliata che offre i dati sull’inquinamento da mercurio delle acque del mare Adriatico al largo del porto di Pescara.

Già in quella occasione l’associazione manifestò la vicinanza ai pescatori, che "giustamente chiedono di poter svolgere la loro attività in tutta sicurezza. Anzi: la nostra battaglia per un vero dragaggio è indirizzata principalmente alla difesa del diritto al lavoro portuale e alla tutela della salute dei cittadini e dei pescatori stessi che sono particolarmente esposti al metilmercurio, di cui sono state rinvenute tracce notevoli analizzando i loro capelli".

Fedeconsumatori Abruzzo ricorda le preoccupazioni delle associazioni dei pescatori che sottolineano la necessità di effettuare il dragaggio. "In questa loro richiesta – afferma l’associazione – i pescatori sono sempre stati sostenuti dalla nostra associazione, che ormai da mesi chiede invano di fare quanto prevede la legge: infatti, Federconsumatori Abruzzo è al momento impegnata in una campagna di comunicazione che ha per tema proprio il dragaggio e chiede con forza di svolgere tale attività nel pieno rispetto delle leggi regionali, nazionali ed europee".

Comments are closed.