AMBIENTE. Civitavecchia, presto una centrale a carbone pulito. La visita del Commissario Ue Piebalgs

Il commissario europeo per l’energia Andris Piebalgs ha ieri visitato il cantiere di Torrevaldaliga Nord, centrale elettrica a carbone pulito in costruzione nella cittadina di Civitavecchia, vicino a Roma. "Le tecnologie a carbone pulito – ha detto il commissario – contribuiscono al raggiungimento dei tre obiettivi chiave della nuova politica energetica europea: sicurezza dell’approvvigionamento, lotta contro i cambiamenti climatici e competitività dell’economia europea. Lo sviluppo di centrali a basse emissioni di carbonio come quella di Civitavecchia dovrebbe essere uno degli obiettivi comuni dell’Unione europea che la Commissione intende proporre nel suo riesame strategico della politica energetica dell’UE".

Il progetto di Torrevaldaliga Nord prevede la riconversione, ad opera dell’ENEL, di una centrale a olio combustibile in una centrale a carbone pulito, con l’applicazione di tecnologie per l’abbattimento delle emissioni. La nuova centrale elettrica contribuirà non soltanto a ridurre fino all’80% il livello di emissioni, ma anche a promuovere un mix di combustibili più equilibrato nella produzione di energia elettrica in Italia.

La visita al cantiere di Torrevaldaliga Nord – si legge in una nota – si inserisce nell’ambito della visita ufficiale del commissario Pielbalgs in Italia, nel corso della quale il commissario parteciperà ad una tavola rotonda sul Libro verde sull’energia, incentrata sulla sicurezza dell’approvvigionamento e sull’integrazione dei mercati europei. L’incontro costituirà uno degli ultimi contributi al dibattito sul Libro verde prima dell’adozione, nel gennaio 2007, di un ambizioso pacchetto sull’energia. Il pacchetto comprenderà il primo riesame strategico della politica energetica dell’UE, con un’analisi approfondita del mix energetico europeo e obiettivi comuni per la realizzazione di un sistema energetico a più basse emissioni di carbonio.

Comments are closed.