AMBIENTE. Coalizione internazionale di animalisti lancia appello alla FAO

Sono 10 le raccomandazioni che alcune tra le organizzazioni animaliste più riconosciute a livello internazionale, hanno presentato alla FAO, l’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura. Con il sostegno dei governi di Brasile, Argentina, Svezia e Costa Rica, la coalizione animalista ha sollecitato la FAO ad includere nel suo lavoro di sostegno la valutazione del benessere animale e la creazione di uno speciale Animal Welfare in Development Group per far sì che il benessere animale diventi un pilastro imprescindibile dello sviluppo collettivo. Si chiede che la FAO crei un dibatto ufficiale per il benessere animale e ne promuova l’importanza all’interno dei propri programmi e del meeting della Commissione Agricoltura FAO da tenersi presso la sede centrale a Roma nell’Aprile 2009.

L’appello e’ diretto ad un gruppo di esperti che, nominati dalla Divisione per la Salute e la Produzione animale della FAO, sono impegnati in queste ore a discutere la questione nel primo "Expert Meeting On Capacity Building To Implement Good Animal Welfare Practices" presso il quartiere generale della FAO a Roma (30 settembre- 3 ottobre). "Gli animali d’allevamento e gli equini da soma svolgono un ruolo talmente importante per il sostentamento delle nazioni povere che la FAO non può più permettersi di ignorare la loro salute ed il loro benessere", afferma Joyce D’Silva, portavoce della coalizione.

"Più di due terzi dei poveri nel mondo dipendono dall’allevamento degli animali come forma di reddito o sostentamento, mentre sono i muli, gli asini ed i cavalli da lavoro a sostenere da soli le attività economiche quali agricoltura e sistemi di trasporto per migliaia di milioni di persone nel mondo. Includendo il benessere di questi animali nelle proprie competenze, la FAO farebbe un primo importantissimo passo per il miglioramento delle vite di queste persone, ridurre la povertà, contribuire agli obiettivi nutrizionali, promuovere il commercio ed aumentare il benessere di questi animali."

Comments are closed.