AMBIENTE. Coldiretti: ecco stili di vita responsabili per abbattere i gas serra

Consumando prodotti locali e di stagione e facendo attenzione agli imballaggi, una famiglia – sostiene la Coldiretti – può risparmiare fino a 1000 chili di anidride carbonica (CO2) l’anno. E’ uno dei tanti esempi di stile di vita responsabile analizzati dal Col diretti el corso del Forum Internazionale "Territorio e Clima: prospettive e soluzioni per l’energia del futuro" che individua soluzioni concrete per contrastare gli scenari del rapporto dell’Ipcc (l’Intergovernmental Panel on Climate Change) dell’Onu.

Con semplici accorgimenti a casa, nella spesa e nei trasporti ogni famiglia italiana può ridurre le emissioni di gas ad effetto serra di 5mila chilogrammi di CO2 equivalenti all’anno per consentire all’Italia di raggiungere gli obiettivi fissati dal protocollo di Kyoto e contribuire anche personalmente a fermare gli effetti disastrosi dei cambiamenti climatici.

La Coldiretti ha avviato una serie di iniziative per consentire ai consumatori di fare scelte di acquisto consapevoli che non inquinano e salvano il clima: dall’introduzione dell’obbligo di indicare in etichetta la provenienza di cibi in vendita alla disponibilità di spazi adeguati nella distribuzione commerciale dove poter acquistare alimenti locali "a chilometri zero" che non devono essere trasportati per lunghe distanze, fino all’inaugurazione della prima osteria a "chilometri zero".

Ecco altri esempi di stili di vita responsabili:

  • Abbandonare completamente gli attuali sacchetti della spesa in plastica significa per ogni famiglia ridurre l’emissione di 200 kg di anidride carbonica (CO2). i
  • Sostituire il normale sistema di riscaldamento con uno che funziona a pellets o altre forme di biomassa, la riduzione dell’emissione di CO2 da combustibile fossile sarebbe equivalente a 3200 chili l’anno.
  • Fare più attenzione al risparmio energetico con una migliore regolazione delle caldaie, l’attenzione alle dispersioni dalle porte alle finestre e l’ uso di lampadine a basso consumo che possono consentire una riduzione di circa 300 chili per famiglia all’anno.
  • La miscelazione con biocarburanti in percentuale del 10 per cento, considerando i consumi medi, determinerebbe quindi risparmi nelle emissioni per famiglia pari a oltre 300 chili all’anno.
  • La rinuncia di una famiglia media a effettuare durante l’anno un viaggio transoceanico all’estero come nelle Maldive significa evitare la dispersione nell’ambiente di 5000 chilogrammi di CO2 per effetto dei 15mila chilometri percorsi attraverso il mezzo aereo.

Comments are closed.