AMBIENTE. Commissione Ue: 3 premi all’Italia sostenibile

"And the winner is"…Dopo sei nomitation l’Italia ce l’ha fatta, è "sostenibile"! Il nostro Paese si è aggiudicato infatti ben tre premi della campagna "Sustainable Energy Europe Award" (See), un’iniziativa della Commissione europea varata per contribuire alla realizzazione degli obiettivi della politica energetica comunitaria in materia di fonti di energia rinnovabili, efficienza energetica, trasporti puliti e combustibili alternativi. Fondamentale il ruolo dell’Enea che ha vinto nella categoria "i programmi di cooperazione" e quello di coordinamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Lo riferisce in una nota stampa l’Enea.

In tutta Europa nel corso del biennio 2006-2007 sono state centinaia le "partnership" proposte all’attenzione della Commissione Europea nell’ambito dell’attuazione della Campagna See. L’Italia è risultata tra i paesi più attivi avendo presentato 38 nuove partnership attivate nel corso del 2007 e portando a 54 il numero totale delle partnership attivate nel biennio 2006-2007. Tra i 386 progetti di partnership presentati dal 2006 al 2007 la Commissione Ue ha selezionato le migliori 26 a livello internazionale per l’assegnazione degli Awards See.

Le tre categorie vincenti riguardano i "programmi di cooperazione" con il premio attribuito all’ENEA, la "dimostrazione e disseminazione" assegnato all’A.G.I.R.E. della Provincia di Mantova e, infine, le "comunità sostenibili" presentato dalla Provincia di Milano e dal Consorzio Pannello Ecologico.Si tratta di un importante riconoscimento per l’Italia in vista dei maggiori impegni da assumere per raggiungere gli obiettivi posti dall’Unione Europea per il 2020.

Il progetto "Desire-Net", realizzato dall’ENEA in collaborazione con l’UNESCO, si è aggiudicato la categoria "Programmi di Cooperazione". "Desire-Net" consente di promuovere lo sviluppo sostenibile con la modalità e-learning, costituendo una rete internazionale sulle energie rinnovabili.

Il progetto, coordinato dall’Ing. Anna Moreno dell’ENEA, ha l’obiettivo di trasferire conoscenze e tecnologie ai Paesi in via di sviluppo, dall’Europa Orientale all’Africa, dalla Turchia alla Cina, utilizzando l’e-learning con il contributo degli esperti più qualificati del settore. Il ciclo di lezioni riguarda la progettazione e la diffusione delle fonti rinnovabili (solare termico, idrogeno, eolico, biomasse, geotermico e fotovoltaico), il Protocollo di Kyoto, l’edilizia sostenibile, le nuove tecnologie e gli scenari energetici.

Comments are closed.