AMBIENTE. Commissione Ue promuove acque balneazione comunitarie

Dalla relazione annuale sulle acque di balneazione presentata oggi dalla Commissione europea emerge che nel 2006 la stragrande maggioranza delle zone di balneazione nell’Unione europea soddisfa le norme igieniche dell’UE. Il 96% delle zone di balneazione costiere e l’89% delle zone di balneazione su fiumi e laghi rispettano i valori imperativi. La cancellazione di località di balneazione dall’elenco ufficiale, anche se in calo, continua a destare le preoccupazioni della Commissione. La relazione fornisce informazioni utili sulla qualità delle acque ai milioni di bagnanti che frequentano le spiagge europee ogni estate.

Il commissario per l’Ambiente, Stavros Dimas, ha così commentato: "È incoraggiante constatare che il tasso di osservanza delle norme nelle zone di balneazione interne è aumentato nel 2006 rispetto al calo deludente del 2005. Spero che questa tendenza al miglioramento continui e che nelle zone di balneazione interne si giunga a livelli analoghi a quelli raggiunti nelle zone costiere. Nonostante i risultati incoraggianti, permane la mia preoccupazione sul numero di località cancellate dall’elenco. La cancellazione di una località inquinata non può costituire una soluzione. Gli Stati membri devono invece elaborare piani di bonifica e di ripristino ."

Nel 2006 sono state monitorate 21 094 zone di balneazione. Per le zone di balneazione costiere la quota di località che soddisfano i valori imperativi è rimasta costante al 96,1%. Il numero di località costiere che rispettano i valori guida più severi ma non obbligatori fissati dalla direttiva è diminuito, passando dall’89,1% nel 2005 all’88,4%.

I risultati per le acque interne dimostrano che queste ultime stanno riguadagnando un po’ del terreno perduto nel 2005. Per quanto riguarda i valori imperativi, il tasso di osservanza nel 2006 è stato dell’88,6% rispetto all’85,7% nel 2005. Il rispetto dei valori guida è aumentato leggermente dal 63,1% nel 2005 al 63,8% nel 2006. I risultati positivi sono dovuti principalmente ad un migliore campionamento.

Comments are closed.