AMBIENTE. Coop lancia campagna contro deforestazione: prodotti con logo “Amici delle foreste”

La Coop si impegna a non commercializzare prodotti fabbricati con legno che proviene da foreste primarie o da alberi a rischio di estinzione: la catena di GDO lancia così una nuova campagna contro la deforestazione. Alcune azioni già sono state fatte: tutta la carta utilizzata per la comunicazione (dai volantini alle riviste per i soci ai cataloghi) è già in carta riciclata post consumo o certificata FSC, e i prodotti a base carta a marchio Coop (fazzoletti, rotolo cucina, carta per fotocopia, carta igienica) sono realizzati secondo rigorosi standard di ecosostenibilità, come FSC o con cellulosa riciclata. Entro la fine di quest’anno, informa la Coop, tutti i mobili da arredo interno ed esterno saranno prodotti con legno certificato FSC o TFT.

"In realtà si tratta di una campagna di lungo raggio -spiega Vincenzo Tassinari, Presidente Consiglio di Gestione di Coop Italia- che va avanti per tappe successive e arriverà fino al 2015. Agiamo sui prodotti per parlare di foreste, ovvero di un importante capitolo del più delicato problema dell’equilibrio ambientale, della difesa della biodiversità e anche dei cambiamenti climatici".

La campagna in favore di boschi e foreste è realizzata in collaborazione con Greenpeace, WWF e Legambiente. Si tratta, spiega la Coop, di "una campagna che fissa impegni concreti e programmati ribaltando per così dire il percorso; anziché partire dalla fonte (cioè le foreste) si parte dai prodotti che finiscono sul mercato e che provengono da un albero. Non sempre è evidente che dentro ogni prodotto di carta o di legno acquistato c’è una materia prima che deriva proprio da un albero, così come non sono sempre note le pratiche di produzione e la loro sostenibilità. Proprio per meglio evidenziare questi aspetti e fornire ai consumatori elementi per una scelta consapevole – continua l’azienda – spunta il nuovo logo coniato da Coop "Amici delle foreste" apposto sui prodotti in legno che hanno certificazioni ambientali di enti terzi come Fsc e TFT. Alle origini della campagna sta dunque l’impegno a non commercializzare prodotti fabbricati con legno proveniente da foreste primarie e da alberi a rischio di estinzione, nonché aumentare progressivamente l’utilizzo di carta riciclata o certificata".

Comments are closed.