AMBIENTE. Dalla Scala alle scuole, è allarme amianto a Milano

La Scala di Milano, uno dei teatri più prestigiosi del mondo, è malata d’amianto e chiude al pubblico il celebre Loggione. Comune e Fondazione Teatro alla Scala hanno dato il via ai lavori di bonifica per l’eliminazione di "limitate quantità di amianto che – assicurano le autorità Comunali – non creano pericolo e sono presenti fin dagli anni ’50". La cosa incredibile è che la scoperta sia avvenuta solo lo scorso dicembre e non durante il costoso restauro del 2002, finanziato con il contributo delle casse Comunali.

La bonifica appena avviata si concluderà a fine ottobre: entro metà settembre verrà rimosso l´amianto, poi verranno nuovamente fatte le verifiche sulle condizioni ambientali del Teatro.

Duro il commento dell’opposizione in Consiglio comunale: "Il Teatro è stato rivoltato come un calzino durante il restauro: come è stato possibile non accorgersi di nulla? Il vicesindaco De Corato, responsabile dei lavori, dovrà dare spiegazioni convincenti", ha dichiarato Andrea Fanzago, consigliere comunale del Pd

Ma non è solo la Scala a preoccupare cittadini e ambientalisti: in città ci sono migliaia di edifici pubblici – tra cui molte scuole – che hanno bisogno di un intervento più o meno urgente e ci sono molti lavori a effettuare sui tetti della città. Inoltre c’è una forte presenza di amianto in periferia e nelle campagne a causa dei capannoni abbandonati e delle fabbriche in disuso.

La denuncia è di Legambiente secondo cui più di tre edifici lombardi su 100 della scuola dell’obbligo hanno strutture con amianto, un problema che interessa oltre 5.000 persone – tra studenti, insegnanti e personale scolastico – costrette a passare gran parte del tempo in ambienti contaminati. E’ questo il dato più allarmante che emerge da "Ecosistema Scuola 2009", il 9° rapporto di Legambiente sull’edilizia e i servizi scolastici in Italia.

In Lombardia gli edifici scolastici presi in considerazione da Legambiente sono 814 (scuole dell’obbligo dei capoluoghi di provincia): in almeno 25 (ma mancano i dati per Mantova e Bergamo), si dovrà intervenire per l’emergenza amianto.

Ma questi i dati rischiano di rivelarsi addirittura sottostimati rispetto a una realtà molto più preoccupante. Dai primi dati lombardi ricavati dall’Anagrafe risulta infatti che addirittura il 19,4% delle scuole avrebbe strutture in amianto.

"Con ogni probabilità, la situazione risulterà ancora più grave quando verrà finalmente ultimata l’Anagrafe dell’edilizia scolastica, in corso d’opera dal 1996 – aggiunge Andrea Trisoglio, responsabile dell’Area Educazione di Legambiente Lombardia – E’ una situazione intollerabile perché da anni conosciamo i problemi connessi all’amianto", chiosa l’associazione secondo cui le Amministrazioni hanno fatto ben poco in questi anni.

Ma qualcosa sembra muoversi dopo la denuncia delle situazioni critiche di Legambiente e dell’opposizione: il Comune di Milano nelle ultime ore si è detto pronto a scendere in campo contro l’amianto.

di Flora Cappelluti

Comments are closed.