AMBIENTE. Disinfestazione zanzare, Associazioni: “Comune Roma rispetti impegni”

Lo scorso anno, a seguito delle iniziative portate avanti da WWF-Lazio, Comitato Scientifico EQUIVITA, AMBIENTE e/è VITA, LAC, Uni-Lazio, VAS, Antidote-Europe, Animalisti-Italiani e da Personalità del mondo della Scienza, riguardanti le sostanze utilizzate per il controllo della zanzara tigre, l’Amministrazione capitolina si rese disponibile ad insediare un Comitato tecnico per valutare e adottare interventi di disinfestazione più rispettosi della salute dei cittadini e dell’ambiente.

A distanza di oltre un anno, però, nonostante le ripetute promesse, l’importante impegno assunto dal Comune non è ancora stato mantenuto. In conseguenza a ciò, il Prof. Luigi Campanella, uno dei principali sostenitori dell’iniziativa, mercoledì 11 Luglio 2007 ha inviato un telegramma all’Assessore comunale all’Ambiente per ribadire l’urgenza e l’assoluta necessità della istituzione del suddetto Comitato tecnico.

Le preoccupazioni di Studiosi ed Associazioni sono state comunque recentemente avvalorate dalla stessa Amministrazione comunale che in alcune comunicazioni formali sollecitate da privati cittadini preoccupati, specifica che: "si comunica che questo Ufficio è contrario a tale intervento (di nebulizzazioni adulticide, ndr), sia (S) sia, e soprattutto, perché verrà sparso indiscriminatamente nell’ambiente un insetticida chimico che può causare danni sia alle persone sia agli altri animali. Si chiede pertanto di soprassedere con tale intervento e di coordinarsi con questo ufficio per concordare un tipo di azione di controllo delle zanzare che non sia assolutamente dannosa per l’ambiente e per la salute pubblica".

Comments are closed.