AMBIENTE. Domani Legambiente premia i 10 laghi “a cinque stelle”

Il Sirio, il Caldaro, il Trasimeno, il lago dell’Accesa e quello di Fiè. Sono i laghi a cinque stelle che aprono la classifica di Ecosistema Lago di Legambiente, il primo rapporto dell’associazione sulla qualità ambientale e i servizi turistici delle località lacustri italiane.

L’indagine Ecosistema Lago è stata condotta su 52 comuni rivieraschi incrociando diversi parametri di qualità gestionale dell’ambiente e dei servizi turistici. Gli indicatori, provenienti dalle banche dati di Istat, Ancitel, Sincert, Ministero della Salute, dai Comuni e da Legambiente, sono raggruppati in 6 campi tematici: la qualità delle acque di balneazione, i servizi, la ricettività e la pressione turistica, la raccolta differenziata, le valutazioni complessive dei circoli Legambiente e la certificazione 14001 alle amministrazioni. Tra questi, il maggior peso statistico nella determinazione del punteggio finale dei comuni più virtuosi è stato dato alla qualità delle acque di balneazione. I primi 29 comuni della classifica hanno tutti una percentuale compresa tra il 95 e il 100% dei prelievi favorevoli sui prelievi effettuati.

I dieci laghi "vincitori", che verranno premiati domani, 29 aprile, a Castiglione del Lago, sul Trasimeno, ospitano sulle loro sponde i comuni più virtuosi, secondo l’indagine di Legambiente condotta sulla scia dell’esperienza pluriennale della Guida Blu, pubblicata ogni anno insieme al Touring Club Italiano: Ivrea, Caldaro sulla strada del vino, Castiglione del Lago, Massa Marittima e Fiè allo Sciliar. Seguono, tra i primi dieci paradisi d’acqua dolce, Braies sull’omonimo lago, Cannobio sul lago Maggiore, Gardone Riviera sul Garda, Renon sul lago di Costalovara e Farra d’Alpago sul lago di Santa Croce. Dieci località che rappresentano il meglio dei nostri laghi non solo per la qualità delle acque e la bellezza del paesaggio, ma perché sanno coniugare una corretta gestione del territorio a interventi e politiche in linea con il rispetto dell’ambiente e una buona funzionalità dei servizi.

"I laghi attirano, ogni anno, milioni di presenze, tra italiani e stranieri in villeggiatura – dichiara Francesco Ferrante, direttore generale di Legambiente – eppure la loro importanza ecologica e di attrattività turistica è ancora, spesso, sottovalutata. Motivo che ha spinto Legambiente a promuovere Ecosistema Lago, la prima campagna nazionale di monitoraggio della qualità dei territori dei laghi italiani. Un’iniziativa – aggiunge Ferrante – che si propone sia come strumento di raccolta dati su basi scientifiche, sia come mezzo di comunicazione con i cittadini della complessità e il valore degli ambienti naturali del nostro Paese".

Ecosistema Lago è anche il tentativo di creare un network nazionale fra i vari comuni che si affacciano sui laghi, per lo scambio delle buone pratiche gestionali di conservazione e sviluppo: per questo promotori e sostenitori dell’iniziativa, accanto a Legambiente che è responsabile della ricerca, sono il Comune di Castiglione del Lago, la Regione Umbria, la Provincia di Perugia e la Comunità Montana Associazione dei Comuni Trasimeno – Medio Tevere, che da anni lavorano nel tentativo di trovare soluzioni sostenibili per la gestione e il superamento di emergenze ecologiche del Lago Trasimeno.

 

Comments are closed.