AMBIENTE. Ecoguida prodotti elettronici Greenpeace: prima Nokia, seconda Sony Ericsson

Nokia rimane in testa alla classifica, avanza Sony Ericsson al secondo posto, al terzo si piazza Toshiba: sono i primi tre piazzamenti della nuova Ecoguida dei prodotti elettronici elaborata da Greenpeace, che segnala passi avanti per Apple, Sony Ericsson e Nokia nella classifica "Elettronica Verde", con buoni progressi nell’eliminazione di sostanze tossiche dai prodotti elettronici. Segue HP che di recente ha immesso sul mercato prodotti completamente liberi da PVC e ritardanti di fiamma bromurati (BFRs). Al contrario, Samsung, Dell, Lenovo e LGE sono state penalizzate per non aver rispettato gli impegni all’eliminazione di sostanze tossiche dai loro prodotti. Queste compagnie, rileva Greenpeace, avevano preso l’impegno di eliminare queste sostanze entro il 2009 ma hanno spostato la scadenza al 2011 o ancora più in là.

La classifica prende in considerazione aspetti legati all’uso di sostanze tossiche, al trattamento e al riciclaggio dei rifiuti energetici e all’energia utilizzata per la produzione e l’uso dei prodotti elettronici. Il più grande balzo in avanti compiuto è quello di Apple, che dal nono passa al quinto posto. Ultimo posto per Nintendo.

"Servono meno chiacchiere e più fatti per una reale rimozione dei veleni dai prodotti elettronici- spiega Alessandro Giannì, Direttore delle Campagne di Greenpeace – Apple, Sony Ericsson, Nokia e la stessa HP dimostrano che è possibile agire da subito. Si è mossa pure Cisco, che non è nemmeno inclusa nella nostra classifica: per gli altri, non ci sono scuse!".

Comments are closed.