AMBIENTE. Ecopolis 2010, Isolando gli edifici si consuma fino all’80% in meno

Il potenziale di abbattimento delle emissioni di CO2 nel settore dell’edilizia è oggi di gran lunga superiore a quello del settore dei trasporti e del settore industriale. Grazie al corretto isolamento degli edifici si può risparmiare fino al 70-80% dei consumi e delle emissioni di CO2. Sul tema si è concentrato il convegno "La città "isolata", risparmia energia e guadagna benessere" organizzato da Legambiente e Campagna Isolando, che si è tenuto oggi a Roma nell’ambito di Ecopolis 2010. Nel corso del convegno è emerso un dato: l’80% degli edifici esistenti in Italia è stato costruito prima della Legge 10/91, dunque con scarsa attenzione alle caratteristiche energetiche.

"Le spese di riscaldamento – afferma il Prof. Giuliano Dall’O’ del Comitato Scientifico Isolando – costituiscono oggi circa il 70% della spesa energetica di una famiglia, l’illuminazione incide solo del 2%. Secondo le simulazioni condotte dal Comitato Scientifico della Campagna Isolando – ha aggiunto il Prof – un cittadino che risiede in un appartamento condominiale di circa 100 mq a Roma, potrebbe risparmiare, a seguito di un intervento di riqualificazione energetica del proprio appartamento, circa il 55% dei consumi e delle emissioni di CO2. Se prima si prevedeva una spesa pari a circa 624 euro l’anno ora se ne potranno spendere 281. E ancora maggiore è il risparmio ottenibile nel caso di una casa singola che, avendo le superfici esposte al diretto contatto con il suolo e con l’esterno, disperde molta più energia. In questo caso il risparmio ottenibile è pari a circa il 61%, ciò significa che se nell’anno era prevista una spesa di 1.158 euro ora se ne spenderanno circa 452".

Isolando è la prima Campagna nazionale d’informazione e sensibilizzazione sull’importanza dell’isolamento termico degli edifici che gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di Cittadinanzattiva e di ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), ANACI (Associazione nazionale Amministratori di Condominio) e KyotoClub

 

Comments are closed.