AMBIENTE. Emilia-Romagna, dal 27 maggio al 5 giugno la Settimana del risparmio idrico

Parte domani, 27 maggio, la "Settimana del risparmio idrico", iniziativa che vede la Regione Emilia-Romagna impegnata, fino al 5 giugno in iniziative di sensibilizzazione sul tema. Il progetto è promosso dalla Regione, in collaborazione con le associazioni dei consumatori, il mondo della scuola (gli Istituti d’Arte hanno per l’occasione realizzato opere a tema), Hera ed Enìa, Comuni e Province.

La "Settimana" rientra nell’ambito della campagna regionale "Acqua, risparmio vitale". Partirà inoltre a giugno l’iniziativa di Enia, la multiutility di Reggio, Parma e Piacenza, che permetterà a tutti gli utenti di ritirare gratuitamente due kit per il risparmio idrico/energetico (costituiti da 6 frangigetto per i rubinetti di casa e 2 riduttori per la doccia) e 2 lampade a basso consumo. I relativi coupon saranno inviati direttamente a domicilio, e permetteranno di ricevere il materiale rivolgendosi al più vicino centro Enia.

Secondo due indagini demoscopiche realizzate nel 2002 e nel 2005 rispettivamente dalla Bruno Poggi Associati per incarico della Regione Emilia-Romagna e dall’Istituto Cattaneo su incarico dell’Autorità di vigilanza dei servizi idrici sempre della Regione, negli ultimi tre anni gli emiliano-romagnoli sembrano aver decisamente migliorato le proprie abitudini domestiche in fatto di acqua. Dal confronto tra le due rilevazioni – si legge in una nota – emerge che se nel 2002 solo l’1,4% degli intervistati sapeva della convenienza di usare la lavatrice a pieno carico, nel 2005 tale percentuale è salita al 72,7%. Analogamente, le famiglie che dichiaravano di non far scorrere l’acqua inutilmente (ad esempio per lavarsi i denti o radersi la barba) sono passate dall’11,1% al 45,5%; mentre è salita dal 2,2% al 38,5% la percentuale di chi sa a cosa serve un miscelatore o un frangigetto.

Comments are closed.