AMBIENTE. Emilia Romagna, regione celebra Settimana della Bioarchitettura

Edilizia, urbanistica ed impiantistica ecocompatibili. Sono i principali temi della terza edizione della Settimana della Bioarchitettura, in programma da ieri fino al 20 ottobre in Emilia Romagna. La manifestazione, promossa da Provincia e Comune di Modena, Promo e Bioecolab, intende approfondire l’utilizzo e lo sviluppo delle biotecnologie nella costruzione degli edifici. I comuni di Modena, Bologna e Reggio Emilia ospiteranno una serie di eventi aperti a tutti (specialisti della materia, cittadini e studenti) per diffondere informazioni sull’argomento.

Negli incontri in programma si parlerà di sostenibilità ambientale, progettazione scolastica ecocompatibile, insegnamento universitario di discipline ambientali, politiche di sostenibilità ambientale e territoriale, pianificazione, gestione e certificazione energetica. Elemento innovativo di questa edizione sarà il premio Sostenibilità 2006, ideato con lo scopo di valorizzare le buone pratiche di edilizia, nel rispetto del risparmio energetico e nell’impiego di materiali e tecniche non dannose per ambiente e salute. Altre iniziative di rilievo saranno la presentazione della studio condotto da Bioecolab intitolato "Analisi e valutazione di bandi, progetti e realizzazioni relativi a strutture scolastiche realizzate negli ultimi 5 anni con criteri di bioedilizia nella provincia di Modena", e la testimonianza dell’architetto spagnolo Luis de Garrido , direttore del master "Edificios Inteligentes y Construcción Sostenibile", presidente della Asociación Nacional para la Vivienda del Futuro (Anavif) e presidente della Asociación Nacional para la Arquitectura Sostenible (Anas).

Comments are closed.