AMBIENTE. Emilia-Romagna, via libera all’accordo su qualità dell’aria

Regione, Province e Comuni dell´Emilia-Romagna hanno firmato il quinto Accordo di programma per la qualità dell´aria 2006-09. L’intesa contiene indirizzi e misure per il triennio, che comprendono i provvedimenti di limitazione della circolazione privata adottati dai Sindaci, ma anche finanziamenti per il trasporto pubblico e per la trasformazione di veicoli a metano o gpl, impegni per l´edilizia sostenibile, la logistica e la possibilità, in caso di perduranti condizioni di inquinamento elevato, di provvedimenti finalizzati a ridurre le emissioni di inquinanti anche da parte di grandi impianti industriali.

In particolare, l’accordo prevede la libera circolazione per i veicoli elettrici, ibridi, alimentati a gas metano o gpl, le auto condivise e quelle con 3 persone a bordo i diesel con filtro antiparticolato annotato sulla carta di circolazione e i mezzi a benzina euro 4; la limitazione del traffico, invece, dal lunedì al venerdì da ottobre a marzo per i pre euro ed euro 1 diesel e coordinamento di queste misure tra le Regioni del bacino padano con la previsione di una domenica di fermo della circolazione in tutta la pianura; il fermo dei veicoli privati il giovedì a partire da gennaio, salvo revoca decisa di volta in volta dai Sindaci, e saranno stanziate nuove risorse per la riconversione e per altri interventi strutturali.

Per quanto riguarda gli interventi di edilizia sostenibile è prevista l´introduzione nei regolamenti edilizi comunali di standard di prestazione di rendimento energetico e, per i nuovi insediamenti abitativi, la previsione di reti energetiche per il teleriscaldamento e la cogenerazione. Alle Aziende di servizi per l´energia si chiede di sviluppare su larga scala politiche di trasformazione degli impianti termici in impianti ad alta efficienza. Poiché l´area geografica della pianura padana è interessata da condizioni simili dal punto di vista morfologico e meteoclimatico, le Regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte,Veneto e le Province autonome di Trento e Bolzano hanno firmato un accordo generale in materia di prevenzione e riduzione dell´inquinamento atmosferico.

Comments are closed.